Home Francia Noto marchio di lusso realizza peluche per bambini con vera pelliccia. Scoppia...

Noto marchio di lusso realizza peluche per bambini con vera pelliccia. Scoppia la polemica in rete

CONDIVIDI

Un noto marchio francese di lusso, Histoires de Bêtes -il nome è tutto un programma- che  realizza dei peluche per bambini è entrato nella bufera mediatica. Infatti, l’azienda crea dei peluche con vera pelliccia di coniglio e inserti in pelle. Quello che fa inorridire sono anche gli slogan riportati sul sito web dell’azienda: “Realizzati in Francia con amore” e le descrizioni “Peluche d’eccezione con un supplemento di anima e morbidezza”; oltre al nome del marchio che tradotto, significa “Storie di bestie”.

Oltre alla pelliccia di coniglio ci sono inserti di visone, nutria e cuoio di montone. I peluche hanno dei prezzi esorbitanti e spaziano da 180 euro per gli accessori, arrivando ad oltre 1800 euro per un peluche, creato sulla sofferenza degli animali.

Per i responsabili dell’azienda si tratta di accessori di qualità, realizzati da una manodopera esclusivamente francese e di certo non ripudia il fatto di utilizzare la pelliccia: “Per coloro che sono contro le pellicce, il cuoio o addirittura la lana e preferiscono materiali sintetici, capiamo il loro punto di vista. Ma ciò non significa che siamo d’accordo con loro, considerando che l’industria petrolchimica di certo non contribuisce a risolvere determinati problemi. Crediamo nei materiali naturali e nell’artigianato locale e in una produzione contenuta ma di qualità”, hanno dichiarato l’azienda, rispondendo alle polemiche sorte in rete.

Intanto, sui social è stato creato il gruppo Stop Histoires de Bêtes per boicottare il marchio, mentre sono state avviate delle petizione mirate a fermare questo tipo di commercio che banalizza la crudeltà nelle fasce più giovani, ovvero i bambini.

Sicuramente, si tratta di una produzione controtendenza, considerando le scelte di molti marchi di alta moda che hanno deciso di rinunciare alla pelliccia nelle collezioni ma anche rispetto al commercio, sempre più indirizzato alla chiusura degli allevamenti da pelliccia come quelli di visione, alla luce anche degli scandali emersi da numerose inchieste sulle condizioni in cui sono allevati e uccisi i poveri animali, solo per un bisogno superfluo e prettamente estetico.

Per firmare la petizione promossa su Change.org, ecco il link VRAIE FOURRURE pour des peluches ! NON !!!