Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare le uova? Benefici, quantità e precauzioni

Il gatto può mangiare le uova? Benefici, quantità e precauzioni

CONDIVIDI

Posso dare al gatto le uova? Questo è un alimento comune nelle nostre case e ricco di vantaggi per noi ma è così per il gatto? Ecco come funziona per lui.

gatto uova
Benefici e rischi del dare le uova ai gatti (Fonte foto Pixabay)

Le uova sono sicuramente tra gli alimenti più presenti nella nostra alimentazione, dato che le consumiamo in diversi modi sia da sole (alla coque, fritte, sode, etc), in ricette in cui sono uno degli elementi base come l’insalata russa (a tocchetti) o la pasta alla carbonara e infine in molti impasti e creme.

Questo perché sono un alimento sano, gustoso e dalla consistenza ‘legante’. Quindi, soprattutto se siamo abituati a dar da mangiare ai nostri gatti cibi sani, ci saremo chiesti se può mangiare uova e trarre beneficio come noi da questo alimento. Inoltre è il gatto stesso a volerlo assaggiare perché è attratto dalla sua forma. Possiamo acconsentire senza timori?

Posso dare al gatto le uova?

uova
Proprietà delle uova e rischio nelle uova crude (Fonte Foto Pixabay)

Le uova hanno un buon contenuto di proteine mentre i carboidrati e gli zuccheri sono presenti in una quantità trascurabile. Sono anche ricche di potassio, fosforo e calcio ma sono davvero tantissimi gli altri nutrienti presenti come lo zinco e praticamente tutte le vitamine conosciute.

Le proteine sono contenute principalmente nell’albume cioè nella parte bianca mentre nel tuorlo troviamo una discreta quantità di grassi. Un tempo l’uovo, anzi il suo tuorlo, era demonizzato poiché si credeva che portasse ad un aumento del colesterolo che sappiamo essere pericoloso perché intasa i vasi sanguigni ma di recente è stato rivalutato.

Le proteine contenute in questo alimento costituiscono gli aminoacidi di cui il gatto ha assolutamente bisogno poiché non li sintetizza ma li assume tramite i cibi. Quindi l’uovo è qualcosa che il gatto dovrebbe consumare, ovviamente come tutti i cibi senza esagerare.

Uova crude o cotte e come lavarle

Anche l’uovo in cottura tende a perdere molte proprietà nutritive quindi fa bene ogni tanto dare ai gatti uova crude ma ovviamente queste contengono, come per noi umani, un grosso rischio. Dobbiamo essere certi che gli allevamenti, dai quali noi o il supermercato le compra, si sottopongano a controlli medico-alimentari periodici per scongiurare il rischio della salmonella, che è un batterio estremamente nocivo per la salute del gatto.

Le uova vanno lavate accuratamente per rimuovere eventuale presenza di terra o di sport solo con acqua data la natura del guscio dell’uovo che potrebbe fare passare il detersivo all’interno dell’alimento. L’ideale è lavare la superficie dell’uovo esclusivamente quando lo si sta per consumare poiché data la sua superficie porosa potremmo far passare lavandolo, soprattutto se lo strofiniamo a lungo, eventuali batteri dal guscio all’interno dell’alimento contaminandolo.

Se  non possiamo comprare uova controllate o non siamo del tutto sicuri che lo siano state è meglio cucinare le uova e servirle così ai nostri gatti. Infatti una volta cotte abbiamo la certezza che siano stati eliminati la maggior parte dei batteri che potevano essere eventualmente presenti.

L’uovo contiene l’avidina che viene snaturata con la cottura. L’avidina è una proteina che impedisce di assorbirne un’altra, la biotina o vitamina H, quindi dare al gatto un quantitativo eccessivo di uova crude può causare una mancata assimilazione del suo organismo di biotina. Ti consiglio quindi di dare al gatto le uova crude solo saltuariamente mentre non c’è pericolo per lui se consuma uova cotte.

L’uovo andrebbe inserito nella dieta del gatto uno o due giorni alla settimana anche se ogni gatto dovrebbe avere una dieta diversa determinata dalla sua età, da sue eventuali malattie e della sua grandezza. Il consiglio è sempre di chiedere al veterinario quali siano gli alimenti ideali per il tuo gatto.

Ricordati comunque che ha bisogno della carne nella sua dieta soprattutto per la presenza della vitamina B12, chiamata anche cobalamina, che è necessaria per la funzionalità di stomaco e intestino, oltre ad avere un ruolo nella produzione dei globuli rossi ed è importante per il sistema nervoso. E’ presente anche in alghe e integratori, quindi si stai pensando di far diventare il tuo gatto vegetariano, parlane con il tuo veterinario.

Potrebbero interessarti anche >>>

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI