Home Gatti Incontro tra gatto e bimbo: gestire il micio di casa quando nasce...

Incontro tra gatto e bimbo: gestire il micio di casa quando nasce un figlio

Sei in dolce attesa, ma hai un micio a casa, molto territoriale e la cosa ti preoccupa. Ecco i consigli su come gestire il primo incontro tra gatto e bimbo.

Incontro tra gatto e bimbo
Incontro tra gatto e bimbo: un imprinting positivo è essenziale (Foto Unsplash)

I gatti sono creature straordinarie, che riescono a darci una caterva di amore incommensurabile. Però, a un certo punto della vita di moltissime persone, arrivano a provare dei sentimenti di competizione nei confronti di … esattamente, dei nostri figli. Il primo incontro tra gatto e bimbo, in questo senso è fondamentale: i neonati hanno bisogno di tutte le nostre attenzioni e allo stesso modo anche il micio, che non possiamo ignorare tutto d’un tratto, perché altrimenti ne soffrirebbe tantissimo.

Se non vuoi far soffrire il tuo gatto talmente tanto da farlo sentire totalmente abbandonato e lasciarlo così a se stesso, allora dovrai imparare a destreggiarti tra l’una e l’altra creaturina della tua vita. Sono entrambi figli, il tuo animale domestico e il tuo bambino, e quindi la cosa essenziale sarà imparare a non togliere a uno per dare di più all’altro.

Noi ti spiegheremo come fare e, soprattutto, ti diremo come gestire il primo incontro tra gatto e bimbo. L’imprinting positivo è essenziale per costruire un rapporto amorevole e duraturo tra i due.

Primo incontro tra gatto e bimbo: 5 consigli per far accettare al micio il nuovo figlio

Incontro tra gatto e bimbo
Incontro tra gatto e bimbo: può andare bene, se si procede nel modo giusto (Foto Unsplash)

I gatti possono avere la reputazione di essere distanti, ma molti genitori di gattini non sarebbero d’accordo: quei i piccoli leoni spaparanzati sul divano sono parte integrante della famiglia. E se quella famiglia si espande fino a includere un minuscolo essere umano, un’attenta preparazione può dare ai genitori una zampa, quando arriva il momento di presentare un gatto a un nuovo bambino.

I gatti sono molto sensibili ai cambiamenti, afferma il responsabile del comportamento e della formazione di Bideawee, Desirae Cambrelen. Prosperano in ambienti costanti e coerenti. Fare in modo che l’incontro tra gatto e bimbo avvenga lentamente è importante per stabilire una relazione d’amore in futuro. È molto più facile costruire un legame forte, se la prima impressione positiva.

Desirae condivide questi suggerimenti per assicurarsi che il gatto e il bambino vadano d’accordo, che l’imprinting tra loro sia il più pacifico e armonioso possibile.

Anticipa tempestivamente eventuali cambiamenti nella routine

I genitori in attesa trascorrono mesi preparando se stessi e le loro case per l’avvento del bambino: cominciano ad acquistare dei regali, si informano per la scuola materna e prendono lezioni prenatali. È un periodo impegnativo, ma assicurati di inserire “Prepara psicologicamente il gatto” nell’elenco delle cose da fare.

Un’introduzione corretta inizia mesi prima che il bambino arrivi a casa, afferma Desirae. Il modo migliore per metterla in pratica include una varietà di cose, tra cui una nuova routine.

È difficile stabilire completamente una nuova routine prima dell’arrivo del bambino, ma i genitori possono quantomeno provare ad abituare il gatto ad alcune trasformazioni certe. Per esempio, se il micio viene nutrito per prima cosa al mattino e mamma e papà pianificano invece di nutrire il bambino non appena si alzano (avviso spoiler: è molto probabile perché il bambino probabilmente si sveglierà per primo e chiederà di mangiare immediatamente, sarà difficile non notarlo), inizia a far sì che il gatto capisca di dover aspettare il suo turno. Invece di mettere subito le crocchette nel suo piatto, fai una passeggiata o fai colazione.

Se la lettiera deve spostarsi per fare spazio ai giocattoli del bambino, cambia la posizione prima dell’arrivo della nuova aggiunta. Ciò potrebbe aiutare ad eliminare alcuni dei problemi comportamentali ai quali potresti assistere, perché se sposti un oggetto qualsiasi per metterci qualcosa di nuovo (un giocattolo, una culla e cose così), il gatto potrebbe comunque non tenere conto della nuova disposizione, e quindi combinare un macello, dice Desirae.

Fai appello ai sensi del tuo gatto

I bambini portano nuovi profumi e suoni nell’universo del micio. Abitualo a queste cose prima che il bambino entri a far parte della sua vita.

Puoi mettere una lozione per bambini sulle tue mani e accarezzare il tuo gatto, dice Desirae. In questo modo, il tuo animale domestico inizierà già ad associare questi profumi a qualcuno che conosce e ama.

I genitori potrebbero anche mettere del talco per il neonato sui loro abiti e sui calzini. Il gatto riconoscerà il proprio profumo e considererà già il bambino parte della famiglia, afferma l’esperta. Prima di tornare a casa dall’ospedale, chiedi a un familiare di portare a casa una copertina con l’odore del bambino. In questo modo, il gatto può sentire l’odore del bambino senza dover elaborare gli altri aspetti del piccolo sconosciuto allo stesso tempo, continua.

Grazie agli strumenti tecnologici è possibile far sentire al cucciolo tutti i suoni tipici di un neonato. Sfoglia YouTube, lì troverai alcuni esempi. Se il suono è particolarmente angosciante per il tuo gatto, puoi iniziare con un volume più basso e salire di livello o iniziare una sessione di gioco prima di avviare la registrazione del pianto, in modo che il gatto lo associ cose buone, dice Desirae.

Dài al gatto un caloroso benvenuto

Incontro tra gatto e bimbo
Incontro tra gatto e bimbo: i sensi del micio possono adattarsi alla nuova presenza (Foto Unsplash)

A seconda di come va il parto, i genitori possono fare ritorno a casa dopo un certo periodo di tempo. Anche se i gatti possono essere lasciati soli per un po’, potrebbero sentirsi abbandonati a loro stessi. Chiedi a qualcuno di rimanere in macchina con il bambino, prima di entrare, e permetti al micio di annusarti. Quando ritorni a casa per la prima volta dopo il parto, ci saranno molti cambiamenti, molti suoni: probabilmente il tuo cucciolo non è affatto pronto a tutto questo, dice Desirae. Ricorda al tuo gatto che alcune cose sono costanti, come il tuo amore per lui.

Il modo in cui i genitori presentano ufficialmente il loro gatto al nuovo bambino dipenderà dalla personalità dell’animale. In generale, Desirae suggerisce di sedersi tranquillamente sul divano e di consentire al gatto di annusare il piede del bambino. Fintanto che il gatto mostra un comportamento calmo, assicurati di lodarlo, dargli tanto amore per assicurarsi che sia una buona cosa e che abbiano un buon comportamento, dice.

Includi il tuo gatto nelle attività della famiglia

Ricorda: la tua famiglia è diventata più grande, si è allargata, ma il bambino non ha sostituito il tuo gatto. Questo è un momento emozionante nella tua vita, dice Desirae. Assicurati che il gatto sia coinvolto in tutte le attività che svolgi insieme al tuo bambino e nel tempo di qualità che passi con il resto della famiglia. Mentre la mamma allatta il suo bambino, potrebbe gettare dei bocconcini squisiti al gatto, dimodoché senta di non aver perso le attenzioni, e invitarlo a sedersi vicino a lei sul divano.

Secondo quanto consigliano gli esperti, bisognerebbe far coincidere le proprie ore di sonno con quelle del bambino, per non impazzire a causa dell’insonnia forzata, ma tu cerca di fare tutto quello che puoi per approfittare dei tempi di riposo del neonato per trascorrere del tempo di qualità con il tuo micio. Fagli sapere che tutte le cose buone non sono sparite, dice Desirae.

Risolvi i problemi

A volte, anche i genitori e i gatti più preparati subiscono battute d’arresto. I gatti che sono sempre stati socievoli possono iniziare a nascondersi di più, quelli tranquilli possono iniziare a miagolare costantemente e i gattini dolci possono mostrare comportamenti difensivi come sibili, graffietti o code tese. Se necessario, concedi un po’ di spazio al tuo animale domestico, dice Desirae. Metti a sua disposizione dei posti dove rintanarsi: questi dovrebbero essere alti, come un albero, e bassi, come una lettiera in un angolo tranquillo della casa. Fai in modo che egli si possa creare il suo santuario personale, afferma la comportamentalista. Tieni fuori dalla sua portata la roba del bambino. Lì dove sarà il rifugio del gatto, vuoi che sia uno spazio calmo in cui non devono sperimentare l’insicurezza territoriale.

Seguendo questi consigli il primo incontro tra gatto e bimbo, e poi il loro rapporto in futuro, procederà nel migliore dei modi.

Incontro tra gatto e bimbo: le razze feline più sensibili e affabili con i bambini

I migliori gatti per i bambini
I migliori gatti per i bambini: pazienti, carini e coccolosi (Foto Unsplash)

Possedere un gatto è un ottimo modo per insegnare ai tuoi figli importanti abilità sociali come responsabilità, rispetto e pazienza. Sono un ottimo primo animale domestico per la famiglia, perché richiedono poca manutenzione e sono abbastanza autonomi e indipendenti sotto molti punti di vista. Proprio come con i cani, ci sono alcune razze di gatti che sono più adatte al trambusto frenetico della vita familiare. Per questo abbiamo deciso di elencare alcuni dei migliori gatti adatti ai bambini e adatti pure alla vita familiare. Anche se le seguenti razze sono più adatte a vivere con bambini energici, è importante che insegni ai tuoi figli a rispettare il tuo gatto e a essere gentili con lui in ogni momento. Ciò assicurerà che sia il tuo gatto che i tuoi bambini ottengano il massimo dalla loro relazione. Un buon primo incontro tra gatto e bimbo è sicuramente importante, ma anche il modo in cui educhi tuo figlio avrà un effetto rilevante sulla loro relazione.

Quindi, quali razze di gatti vanno maggiormente d’accordo con i bambini?

Abissino

Alcuni sostengono che questi gatti siano l’immagine sputata della felis silvestris lybica, l’antico antenato africano del moderno gatto domestico. Altri dicono che il loro viso, le orecchie grandi, gli occhi a mandorla e il colore del loro mantello devono essere stati l’ispirazione dietro molti dipinti e altre opere d’arte dell’antico Egitto. La loro genetica, tuttavia, indica che avevano anche antenati nel Sud-Est asiatico. Indipendentemente da ciò, l’Abissino è una razza tanto magnifica quanto antica, il cui colore caratteristico e l’aspetto regale sono la combinazione perfetta tra la loro personalità accattivante e l’inesauribile energia.

Anche se sono molto vivaci, questo micio riesce anche a stare tranquillo di tanto in tanto per godersi delle straordinarie ore di relax in compagnia dei suoi umani. Alcuni vengono a chiedere carezze e coccole senza sosta.

Questi gatti adorano le altezze e hanno bisogno di consumare la loro energia giocando molto e spesso. Sono affascinati da tutto ciò che si muove e talvolta può sembrare inesauribile.

Sebbene alcuni individui siano l’incarnazione della calma, il più delle volte questi gattini sono pieni di vita e talvolta anche abbastanza chiassosi. La loro attitudine fisica deve essere pur sfogata in qualche modo (tienine conto).

A causa della loro naturale curiosità, questi gatti hanno la reputazione di essere dei piccoli tornado, che vogliono essere dappertutto contemporaneamente e assumere un ruolo attivo nella vita del loro genitore adottivo. Più inclini alla curiosità che alla diffidenza, generalmente si adattano bene a tutte le situazioni, ma a volte possono impiegare un po’ di tempo prima di riuscirci.

Questa razza è normalmente abbastanza indipendente e capace di intrattenersi da sola. Tuttavia, godono della compagnia dei loro umani tanto quanto della propria.

Questi gatti sono dei piccoli “cantanti” di eccezionale talento, con un registro vario e melodioso, anche se la loro voce è più tranquilla rispetto a quella di altre razze.

Questi piccoli atleti felini devono giocare ed essere attivi ogni giorno. Ti sorprenderanno con le loro incredibili abilità fisiche e la loro agilità. Gli abissini a volte possono cercare di  esplorare sempre di più ogni angolo della casa e persino gli esterni per soddisfare la loro curiosità, ma generalmente rimangono vicini ai loro umani.

Dato che spendono così tanta energia, gli abissini sono anche estremamente bravi e talvolta possono persino provare a prendere il cibo direttamente dal tavolo. Le scodelle interattive sono consigliate per queste piccole, astute creaturine.

Essendo così vivace e attivo, l’abissino è un buon gatto nelle famiglie con bambini, ma devi assicurarti che i bambini rispettino le esigenze del tuo animale. In generale, sarà felice di giocarci insieme. Fai attenzione ai due birichini, però.

Burmese

Gatti ideali per i bambini
Gatti ideali per i bambini: il burmese (Foto Unsplash)

Nonostante il nome simile, questa razza non ha alcuna somiglianza con il Birmano (noto anche come il “Gatto Sacro della Birmania”). Negli Stati Uniti viene chiamato anche “malese”. Tutti i birmani hanno lo stesso antenato, un gatto con la pelle marrone, il cui mantello era più scuro alle estremità, che fu riportato dalla Birmania. Quindi ora sai da dove viene il suo nome. Nota che ci sono due lignaggi di birmani: uno di origine inglese e l’altro americano. È soltanto da alcune differenze morfologiche facciali che possiamo distinguere le due razze.

Al burmese piace stare vicino agli umani e vedrai che non è solamente elegante, ma anche incredibilmente adorabile.

Questi gatti domestici sono affascinati dalle cose che si muovono. È saggio fornire loro giocattoli nascosti nel loro ambiente, in modo che possano essere costantemente stimolati e mantenersi occupati. Ma nulla batte un giocattolo come una canna da pesca, che puoi muovere per far correre il tuo gatto in giro per casa: ne sarà felice.

Dopo lo sforzo, questi gatti apprezzeranno l’opportunità di riposarsi un po’. Potrebbero condividere o no questo tempo con te, a seconda del loro stato d’animo in ogni determinata situazione.

I burmesi sono famosi per essere gatti intelligenti e molto curiosi, quindi ti seguiranno in giro per casa e si interesseranno a ciò che sta accadendo intorno a te, come a tutti gli altri membri della famiglia.

Questi gatti sono più curiosi di quanto non siano cauti, con gli estranei, e saranno in grado di adattarsi a nuove persone nella tua vita, purché vengano introdotti gradualmente, dando al tuo gatto la possibilità di interessarsi a loro.

Questi felini sono animali solitari, in grado di tenersi occupati se gli viene offerta una vasta gamma di attività. Ciò significa che il tuo gatto avrà bisogno di un po’ di tempo per starsene un po’ per conto proprio, ma sarà anche in grado di includerti nella sua routine.

Si abituerà ai bambini e sarà gentile con loro fintanto che sottolineerai l’importanza di rispettare l’animale. Da lì, può svilupparsi un rapporto di fiducia bello e forte.

Maine Coon

I maine coon sono dei veri e propri giganti tra i gatti domestici: sono davvero enormi, alti e forti. Assomigliano a una lince per via del loro pelo folto e dei ciuffetti sulla punta delle loro orecchie. Nonostante abbiano origini misteriose, sono considerate da molti la prima razza di gatti americani. Sempre vivaci e dolci, sono compagni incredibili e sono affettuosamente soprannominati “Big Friendly Giants” (grandi giganti amichevoli) dalle famiglie che possiedono questi enormi “orsacchiotti”.

I maine coon americani sono molto affettuosi e amano essere vicini ai loro proprietari. È essenziale giocare con loro ogni giorno per obbligarli a fare abbastanza esercizio fisico e stimolarli per mantenerli sani. Sanno come trovare un buon equilibrio tra il relax e l’esercizio fisico.

Sono una razza intelligente, con impressionanti capacità cognitive.

Diversi fattori possono indurre i main coon a diffidare degli estranei, ma in generale sono molto adattabili sia alle nuove persone che alle cose. Molti di questi fascinosi “American Longhair” possono prendersi cura di se stessi in modo completamente indipendente.

I maine coon non sono generalmente grandi oratori, ma questo può variare a seconda dell’individuo. Prove aneddotiche riportano che hanno un miagolio dolce e poco sonoro.

È importante includere una varietà di attività fisiche nella loro routine quotidiana. A questi grandi felini piace vagare ed esplorare. Insegnare, quindi, al gatto a indossare un guinzaglio e un’imbracatura può essere utile per fare delle escursioni all’aperto.

Una nutrizione sufficiente per soddisfare le loro esigenze energetiche è essenziale. Fornendo cibo in ciotole interattive, puoi offrire al tuo gatto un’ottima soluzione per divertirsi, esercitarsi e soprattutto non ingozzarsi.

Dato che sono grandi gatti e che i bambini sono piccoli, è importante presentarli gradualmente e delicatamente. Non forzare mai contatti indesiderati. È una buona idea supervisionare adeguatamente le riunioni, insegnare ai bambini come affrontare rispettosamente il gatto e garantire la buona volontà di tutti e due. Se ciò viene fatto bene, l’incontro tra gatto e bimbo può essere molto produttivo.

Gatto dell’isola di Man

Gatti ideali per i bambini
Gatti ideali per i bambini: il manx (Foto Unsplash)

I gatti dell’isola di Man sono una razza rara e unica in quanto non possiedono la coda. Questa loro mancanza deriva da una mutazione genetica probabilmente causata dall’elevato tasso di consanguineità felina sulla piccola Isola dalla quale vengono, il loro luogo di origine, alcune centinaia di anni fa. Il gene mutato accorcia le code a vari livelli a seconda dell’individuo. Ciò significa che sebbene la maggior parte dei “manx” non abbia coda, alcuni invece ce l’hanno. Sia che li consideri piccoli miracoli o dei mutanti con un’anomalia genetica, i manx fanno sempre parlare di loro. Sicuramente dipende principalmente dalla loro adorabile natura. Sono, infatti, estremamente gentili e amorevoli.

I manx sono ottimi cacciatori, quindi non c’è da meravigliarsi se adorano giocare. Il gatto dell’isola di Man adora le sessioni di gioco quotidiane, nelle quali può mostrare il proprio talento. Nonostante la sua natura giocosa, però, è molto adattabile e sa come rilassarsi ed essere calmo.

Questo gatto è molto intelligente e si dice che possa imparare ogni tipologia di trucchi quasi senza sforzo (come aprire le porte e aprire i rubinetti, ad esempio).

In genere, un manx richiede un po’ di tempo prima di riuscire a fidarsi completamente di un nuovo arrivato. Per cominciare, sono richiesti rispetto e comprensione. Preferisce stare in compagnia degli umani, o anche di altri amici a quattro zampe, piuttosto che essere lasciato solo. Raramente miagola e generalmente preferisce fare le fusa.

Le loro potenti zampe posteriori e il fisico da piccolo orsacchiotto di peluche li rendono delle stufette prodigiose e dei cuscini di tenerezza con cui accoccolarsi durante l’inverno. Non esiteranno a mettere in mostra questi talenti.

In generale, sono troppo attaccati ai loro umani per scappare, ma ci sono sempre delle eccezioni.

Questi gatti hanno grandi appetiti e sono piuttosto golosi, il che significa che ingrassano facilmente.

Con un po’ di supervisione, questi grandi orsacchiotti possono rivelarsi molto pazienti e docili con i bambini.

Radgoll

Questi gatti belli, con gli occhi azzurri e imponenti sono caratterizzati dalla loro eleganza e natura gentile. Riescono a rilassare tutto il loro corpo, quando vengono trasportati in braccio, diventando quasi totalmente inerti: da cui il loro nome, “Ragdoll”.

Sono gatti molto affettuosi, che adorano trascorrere ore sulle gambe del loro padrone. Preferiscono lasciare che i giocattoli arrivino da loro piuttosto che stancarsi da te per inseguirli. Di solito sono gatti calmi e tranquilli che raramente si rivelano turbolenti. Hanno una grande capacità di adattarsi a situazioni diverse e nuove.

In generale sono gatti molto socievoli e alla mano. Tuttavia, hanno bisogno di tempo per adattarsi quando incontrano nuove persone. Amano essere lasciati soli, in pace e tranquillità, tanto quanto amano l’attenzione del loro proprietario. Sono raramente gatti loquaci e generalmente si esprimono attraverso il linguaggio del corpo.

Il pisolino è il loro sport preferito e non amano molto l’attività fisica. Potrebbero saltare di tanto in tanto dal divano, ma sicuramente non andranno lontano. Generalmente non sono molto avventurosi e amano semplicemente rilassarsi a casa.

Non sono grandi mangiatori, ma soltanto dei grandi gatti.

Grazie al loro temperamento calmo e stabile, solo i cuccioli più attivi saranno in grado di tenere il passo con l’energia dei bambini. Non sono compagni di gioco ideali, ma sono molto dolci.

Siamese

Gatti ideali per i bambini
Gatti ideali per i bambini: il siamese (Foto Unsplash)

In termini di eleganza, questi gatti non hanno eguali. Sono spesso indicati come “il principe dei gatti”. Il modo in cui si muovono in punta di piedi, la loro faccia a triangolo e le loro grandi orecchie a punta li rendono così affascinanti e potresti perdere te stesso nel loro intenso sguardo blu, se li guardi negli occhi troppo a lungo. Se l’eleganza è il punto di forza di questa razza, il loro punto debole è sicuramente quando aprono la bocca per parlare con te (o almeno è quello che pensano alcune persone). La loro voce gracchiante e dissonante non assomiglia a quella di nessun altro gatto e non può essere di certo ignorata: o te ne innamorerai o la troverai talmente sgradevole da farti venire un bel mal di testa.

Questi gatti amano particolarmente essere vicini ai loro umani e alle carezze che offrono, specialmente se abituati fin dalla tenera età.

Di solito sono molto attivi e devono essere stancati. Devi essere sicuro di fornire molte attività stimolanti al tuo piccolo siamese.

Naturalmente i siamesi si sdraieranno per ritrovare la loro energia, ma questo riposo è spesso di breve durata e torneranno di nuovo a muoversi e miagolare prima che tu abbia il tempo di rilassarti.

Come gatto con un alto livello di energia, i siamesi si immergono facilmente in ogni tipo di situazione attraverso le loro varie buffonate, ma trovano sempre una via d’uscita dai rimproveri per le loro marachelle.

Questi gatti devono avere esperienze positive con diversi tipi di persone sin dalla tenera età: questo può aiutare a garantire che in seguito non sviluppino paura per gli estranei. In generale, hanno bisogno di molta interazione e attenzione da parte dei loro umani. Devi essere pronto a investire tempo ed energia, se hai un siamese in casa.

Questi gatti sono noti per essere molto loquaci. Il loro miagolio è un continuo e costante soundtrack, che raramente cesserà di farsi sentire. Fidati.

I siamesi hanno bisogno di molta stimolazione per consumare tutta la loro energia. È importante che le loro famiglie abbiano molto tempo per loro. Dovrai essere cauto, poiché la loro personalità energica potrebbe portarli a scappare fuori di casa per soddisfare la loro curiosità. Essendo abbastanza attivi, questi felini potrebbero bruciare in maniera veloce tutto ciò che mangiano. Dovresti essere sicuro di monitorare il loro apporto calorico e tenere traccia del loro peso.

Essendo così energici e attivi, si rivelano dei bravissimi compagni per i bambini, che amano la loro giocosità. Puoi aspettarti delle adorabili sessioni di gioco tra il gatto e il tuo bambino.

Persiano

Di tutte le razze di gatti a pelo lungo, il persiano è senza dubbio il più noto e il più popolare. Evocando il carattere dei veri nobili e aristocratici umani, sia nell’aspetto che nell’atteggiamento, questa piccola nuvola di pelliccia è stata una delle preferite da grandi e da piccini sin dalla creazione della razza, circa trecento anni fa. La razza proviene da un’attenta selezione che è stata realizzata in modo completamente artificiale e controllata dagli allevatori, al fine di ottenere le caratteristiche che conosciamo oggi. Il persiano, quindi, ha bisogno degli umani per sopravvivere come specie, ma anche a livello individuale, a causa del livello speciale di cura e attenzione di cui ha bisogno quotidianamente.

Possono trascorrere ore sulle ginocchia del loro proprietario. Apprezzano le coccole, ma solamente quando sono dell’umore.

A loro piace giocare, ma la loro morfologia limita le loro capacità di caccia. Le loro espressioni facciali li rendono ancora più svegli quando miagolano.

Il loro temperamento placido è stato selezionato dagli allevatori sin dalla creazione della razza. Questo tratto caratteriale è rafforzato dalle loro caratteristiche fisiche, che non si prestano a un intenso esercizio fisico.

Molto intelligenti e analitici, a volte giudicano persino i loro proprietari, che potrebbero non capirli del tutto. Il loro atteggiamento, che a volte può sembrare distante, può dare l’impressione che temano gli estranei. Ma è in realtà è il cambiamento a non piacere al persiano. Se dài loro il tempo di adattarsi al loro ritmo, possono essere molto socievoli.

Nonostante abbiano bisogno dei loro proprietari per sopravvivere, preferiscono seguire religiosamente la loro routine e non vogliono necessariamente partecipare alle attività familiari.

Non molto loquace, si esprimono con le loro espressioni facciali.

Hanno bisogno di sessioni di gioco quotidiane, che dovrebbero essere brevi e non troppo intense. Non sono amanti delle uscite fuori casa.

Possono essere molto golosi: bisogna stare attenti all’obesità, che ovviamente dovrebbe essere evitata con attenzione e facendo loro seguire una dieta bilanciata.

Finché i bambini sono rispettosi del tempo di riposo del gatto e del modo in cui giocano con loro, i persiani apprezzeranno la loro compagnia.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani