Home Gatti Cosa fare se il pelo del gatto cambia colore: cause e soluzioni

Cosa fare se il pelo del gatto cambia colore: cause e soluzioni

CONDIVIDI

Capita che il pelo del gatto cambia colore e spesso nemmeno ce ne accorgiamo: ecco quali sono le cause e quando bisogna preoccuparsi.

pelo gatto cambia colore
Le diverse cause del mutamento del colore del manto dei gatti (Fonte Foto Pixabay)

È possibile distinguere una razza di gatto dall’altra soprattutto per il tipo di pelo: esistono razze che non ne hanno proprio come i gatti nudi, altre a pelo corto, altre a pelo lungo: il pelo può essere liscio o tendente al riccio ma anche il colore è una caratteristica fondamentale nel distinguere una razza di gatto.

Ma è possibile che il pelo del mio gatto cambi colore? Sì, per diversi fattori anche se alcune razze (come i siamesi) sono più inclini di altri a questo fenomeno.

Spesso capita che il vostro gatto abbia dei mutamenti nel colore del suo mantello, ma perlopiù sono sfumature sottili che la maggior parte dei proprietari non notano. E questo può capitare qualunque sia il colore del manto di partenza. In altri casi il mutamento può essere più evidente. Vediamo ora quali sono le cause di questo cambiamento di colore.

Il pelo del gatto cambia colore: cause

 gatto
(Foto fonte Pixabay)

Aminoacidi e rame

Gli aminoacidi, fondamentali nella dieta del gatto poiché solo così può assimilarli, possono avere un ruolo in questo cambiamento del colore del pelo dell’animale. La tirosina, che il gatto può trovare in carboidrati come il riso ma anche nel pesce e nella carne: in questi ultimi due è presente anche un altro aminoacido, la fenilalanina, dalla quale Il gatto può ricavare la tirosina stessa.

Quando la tirosina non è assunta abbastanza dal gatto se esso ha un manto scuro potrebbe perdere melanina e, dato che la tirosina ne aiuta la produzione, potresti notare la comparsa di sfumature rosse. Ricordiamo comunque che il gatto digerisce più facilmente le proteine della carne rispetto a i cereali.

Anche l’assenza di rame può far virare il colore del mantello: infatti, seppur poco comune, non assumere abbastanza rame provoca una decolorazione e un manto nero tende a virare verso un più blando colore marrone.

Temperatura corporea e ambientale

Anche la temperatura corporea influenza il colore del pelo soprattutto in alcune razze come l’himalayano e il siamese conosciute anche per il manto a chiazze. Nelle parti più estreme del corpo come zampe, coda e orecchie la pelle è più fresca e il pelo tende ad essere più scuro. I siamesi, ad esempio, alla nascita hanno il manto bianco e solo successivamente nelle suddette zone tendono a scurirsi.

Sapere questo sul rapporto colore – temperatura può aiutare perché quando il gatto ha la febbre, con l’aumento della temperatura corporea, il suo mantello potrebbe scurirsi.

Anche un altro tipo di temperatura cioè quella ambientale influenza questi cambiamenti. Infatti potreste notare dei cambiamenti in inverno o in giornate molto fredde ma anche in estate o in giornate molto calde. Ad esempio se avete un gatto nero potreste notare in estate, soprattutto se sta molto al sole, uno sbiancamento della sua pelliccia, un po’ come capita i nostri capelli e peli che al mare si schiariscono.

Se il pelo del gatto cambia colore: avanzamento dell’età o malattia

L’età influisce sul colore del manto del gatto

Un pelo opaco o poco vitale è sintomo di problemi di salute nel gatto ma secondo altri anche un cambiamento del colore può indicare una cattiva salute soprattutto data da malattie tiroidee, dei reni o del fegato. In ogni caso è consigliata una visita del gatto dal veterinario per poter escludere questi problemi.

Molti di noi si preoccupano perché, con l’avanzare dell’età, siamo costretti a vederci inestetici capelli bianchi. Allo stesso modo anche nel manto del gatto anziano capita questo, a meno che non sia molto chiaro e quindi non noterai probabilmente qualche pelo grigio o color argento. Se avete un gatto dal pelo grigio, questo colore può virare verso il bianco soprattutto in viso, nell’addome e alcune volte nelle gambe.

Quindi il pelo nel nostro amico a quattro zampe può variare per fattori naturali come l’invecchiamento o un aumento di temperatura ambientale ma anche per problemi di salute transitori come una febbre o per malattie più gravi.

Se oltre a un cambiamento di colore noti una cattiva qualità del pelo il tuo gatto potrebbe avere problemi come stress, parassiti, artrite alle ossa o malattie ai denti quindi anche qui il consiglio è quello di rivolgersi al veterinario per verificare quale sia la causa dei mutamenti nel pelo per una corretta cura in caso di malattia.

Potrebbe interessarti anche >>> Disturbi compulsivi nel gatto: gli strani comportamenti felini

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI