Home Gatti Salute dei Gatti La candeggina fa male al tuo gatto? Ecco se il rischio è...

La candeggina fa male al tuo gatto? Ecco se il rischio è reale

CONDIVIDI

Nelle nostre case, tra i prodotti per l’igiene e la pulizia, è molto presente la candeggina, ma fa male al nostro gatto? Con cosa potremmo sostituirla?

 

gatto candeggina
Effetti della candeggina sulla salute dei gatti (Fonte Foto Pixabay)

La candeggina inspiegabilmente sembra attrarre in maniera incredibile i nostri piccoli felini. Questo è il motivo per il quale, quando i nostri gatti non accettano di fare pipì nella lettiera, mettendo un po’ di candeggina nell’oggetto i piccoli felini iniziano a familiarizzare con la lettiera e ad urinare lì dove dovrebbero. Infatti molte persone hanno cominciato a non lavare i pavimenti utilizzando prodotti a base di candeggina perché il loro gatto tenderebbe a scambiare il pavimento per la propria lettiera e a urinare anche lì.

Tuttavia la candeggina può dare, come capita a noi umani, dei problemi ai gatti? E se sì, quando e come? Scopriamolo insieme e vediamo anche che alternative alla candeggina esistono.

La candeggina è pericolosa per il gatto?

 

american shorthair
Usiamo la candeggina per igienizzare il pavimento, ma fa bene al nostro gatto?

La candeggina, nonostante sia altamente pubblicizzata perché pulisce e sterilizza bene i pavimenti e sbianca i vestiti, è sconsigliata per i suoi effetti tossici sia su di noi che sui nostri amici a quattro zampe. Scomponendosì libera nell’ambiente cloro e i VOC, che sono dei composti che si trovano in forma gassosa, come il cloroformio. Ma dato anche il suo prezzo conveniente, la candeggina continua ad essere molto utilizzata.

Grazie a recenti studi si è scoperto che la candeggina tende ad accumularsi nell’organismo attraverso il nostro sistema respiratorio e la nostra pelle e i suoi effetti possono iniziare a manifestarsi molto tempo dopo che ne siamo venuti a contatto.

Il nostro animale soprattutto corre un doppio rischio. Infatti non rischia solo di respirarla ma anche di entrarne in contatto e rapidamente tramite delle ghiandole che si trovano sulle zampe del gatto. Questo rischio continua anche una volta che il pavimento e la lettiera sono asciutti.

Inoltre l’ammoniaca presente nella pipì dei vostri gatti può mischiarsi alla candeggina creando degli effetti nocivi per la loro salute e anche per la nostra.

Prodotti alternativi alla candeggina

Si possono igienizzare anche senza candeggina il pavimento e la lettiera del gatto

Quindi perché dovremmo usare la candeggina quando ci sono altre soluzioni altrettanto efficaci e meno pericolose? Ad esempio per lavare i panni va benissimo del banale bicarbonato di sodio che è sempre più presente in molti detersivi commerciali, anche economici.

Possiamo anche benissimo comprarlo sfuso e aggiungerlo noi, sia nel bucato a mano che in lavatrice. Il bicarbonato ha molti benefici: il primo è un effetto sbiancante, infatti in molto lo usano, seppur con moderazione perché alla lunga può corrompere lo smalto, per sbiancare i denti.

Il bicarbonato è anche molto usato per disinfettare le verdure e gli ambienti quindi va benissimo per tenere igienizzato sia il pavimento che la lattiera dell’animale ed ha un effetto coprente anche sugli odori quindi la casa risulterà perfettamente pulita senza respirare e senza accumulare nel nostro organismo e in quello del nostro gatto sostanze chimiche.

Potresti anche igienizzare ancora di più la lettiera dei gatti aggiungendo, una volta che la hai lavata, qualche goccia di acqua ossigenata al 3% che è efficacissima per sterilizzare gli ambienti e inoltre non è assolutamente tossica per le ghiandole presenti sulle zampe dei nostri animali.

Potrebbe interessarti anche >>> Come pulire le orecchie al gatto: la procedura e le cose non fare

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI