Home Gatti Salute dei Gatti Come pulire la ferita di un gatto: prodotti e metodi adatti

Come pulire la ferita di un gatto: prodotti e metodi adatti

CONDIVIDI

Può capitare che anche gli animali si procurino dei graffi o dei tagli più o meno profondi: ecco allora come dobbiamo pulire una ferita del gatto in modo adeguato.

curare ferita gatto
Come pulire e disinfettare la ferita del nostro gatto (Fonte foto Istock)

Può capitare che il tuo gatto si ferisca, soprattutto se sta molto all’aperto. Pezzi di legno, sassi particolarmente appuntiti, marciapiedi non perfettamente tenuti sono solo alcuni degli oggetti con cui potrebbe scontrarsi creandosi delle ferite più o meno profonde. La maggior parte di queste ferite possiamo tranquillamente curarle da noi mentre in caso di tagli profondi potremmo avere bisogno che intervenga il veterinario per mettere dei punti e richiudere la ferita.

Una ferita è abbastanza semplice da notare. Infatti potremmo vedere che nella zona interessata sarà presente del sangue o/e un rigonfiamento e mancanza di peli che si saranno strappati nella nello scontro con l’oggetto fino a una vera e propria lesione della pelle. Inoltre il gatto avrà sicuramente quella zona dolorante o in alcuni casi, se si tratta delle di una ferita alle zampe, potrebbe anche camminare a fatica.

Il problema delle ferite è che tendono a contrarre delle infezioni e a questo punto potremmo notare del pus dovuto al sistema immunitario del gatto che cerca di contrastare l’infezione o la comparsa di febbre più o meno alta.

Per evitare queste complicazioni è meglio pulire subito la ferita. Se da questa continua ad uscire sangue copritela subito con una garza o della stoffa pulite e tenetele premute sulla zona per 5 / 10 minuti per permettere al sangue di coagulare interrompendo la fuoriuscita di sangue.

Come pulire una ferita del gatto

Prodotti per pulire e disinfettare tagli e ferite (Foto di Nina Garman da Pixabay)

Se la ferita non sta sanguinando e non è profonda è il caso di pulirla con delle soluzioni adatte, antibatteriche, che servono anche a rimuovere eventuali piccoli corpi estranei presenti come granelli di sabbia o di terra. Alcuni esperti sconsigliano però l’uso dell’acqua ossigenata pura e dell’alcol perché sembra che possano aumentare il danno alla pelle.

Attenzione quindi che alcune sostanze non possono essere usate pure ma vanno diluite, perciò leggete bene le istruzioni sulla confezione. L’acqua ossigenata al 3% va mischiata con una quantità di acqua tre volte maggiore. Lo iodio è abbastanza efficace per disinfettare: potete usare mezzo bicchierino di iodio e mezzo bicchierino di acqua.

Se in casa siete sprovvisti di soluzioni idonee potreste crearne una voi stessi fatta in casa. Basta una tazza di acqua messa a bollire e, una volta raggiunta l’ebollizione, fate sciogliere nell’acqua mezzo cucchiaino di sale e avrete un buon prodotto per disinfettare che non crea neanche problemi alla pelle del gatto.

Se il gatto è molto agitato per via del dell’incidente ti consiglio di coprirlo con una tovaglia lasciando solo la ferita visibile e di chiedere a un amico o a un familiare di bloccare il gatto se si muove troppo: così potrete disinfettare la ferita tranquillamente evitando anche che il gatto possa ferirvi o che possa infettarsi da solo. Ci sono due metodi per passare il prodotto igienizzante sul taglio o sul graffio.

Il primo è aspirare il prodotto con una siringa e direttamente con questa siringa senza ago distribuirlo sul taglio finché non sarà perfettamente privo di corpi estranei. Il secondo metodo è quello di distribuire il prodotto, comprato o fatto da voi, con una garza prendendo un pezzettino pulito di garza o stoffa ad ogni passaggio per essere sicuri di disinfettare efficacemente il taglio o il graffio.

Con entrambi i metodi quando notate che la ferita è a posto fate un’ultima spruzzata o ultimo passaggio finale. Se il vostro animale domestico ha anche del pus cercate, schiacciandolo, di rimuoverne finché non ne esce più e solo dopo questa operazione procedete a disinfettare la ferita con uno dei due metodi sopra elencati. 

Non coprite immediatamente la ferita perché così guarirà più in fretta. Se però il vostro animale domestico tenta di toccarla con la lingua o le unghie è necessario applicare sopra una benda per evitare che l’animale la possa infettare: la lingua del gatto e le sue unghie possono rivelarsi più pericolosi di quanto crediate. In caso invece di un taglio profondo o di una ferita molto larga rivolgetevi subito al veterinario appena la notate.

Potrebbe interessarti anche >>> Come pulire le orecchie al gatto: la procedura e le cose non fare

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI