Home News Abbandona sei cuccioli, rifiuta la richiesta del rifugio di farli allattare dalla...

Abbandona sei cuccioli, rifiuta la richiesta del rifugio di farli allattare dalla mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:36
CONDIVIDI

Un uomo abbandona sei cuccioli neonati davanti ad un rifugio. Alla richiesta da parte dello staff di lasciare almeno che i piccoli fossero allattati dalla mamma il proprietario nega il suo consenso

rifiuta allattare cuccioli mamma
Cuccioli di cane (Foto Adobe Stock)

Sistemati in una scatola di cartone, un uomo ha condotto sei cuccioli di cane appena nati presso un rifugio. Comunicando che non aveva alcuna intenzione di tenerli, lo staff del canile ha chiesto almeno di poter tenere in custodia la mamma per un paio di mesi per consentire ai cuccioli di essere allattati, ma il proprietario della cagna ha negato il suo permesso.

Potrebbe interessarti anche: Abbandonati in una scatola di cartone, tre cuccioli di cane in pericolo di vita

Nega la possibilità ai cuccioli di essere allattati dalla loro mamma

cuccioli cane
Cuccioli di cane (Foto Pixabay)

L’episodio è accaduto pochi giorni fa nel sud della California. Il padrone di una cagna si è ritrovato con sei cuccioli neonati. Non avendo alcuna intenzione di occuparsi di loro, ha deciso di sistemarli in una scatola di cartone e affidarli ad un rifugio locale.

Uno soccorritore di animali, Shalfali Grewal, ha riportato l’intera faccenda. Il proprietario della cagna ha condotto i piccoli al canile, specificando che “non voleva avere nulla a che fare con loro”.

Considerando che il rifugio dista più di 100 miglia dall’abitazione del padrone del cane e che quindi era impensabile condurre ogni due ore i cuccioli nell’appartamento della madre per essere allattati, lo staff del canile ha avanzato la richiesta di poter avere almeno in custodia la mamma per circa due mesi e mezzo.

Potrebbe interessarti anche: Una mamma adotta una cucciolata abbandonata e li cresce come suoi

In tale arco di tempo la cagna avrebbe allattato i suoi cuccioli per poi essere restituita al legittimo proprietario. Conclusa la fase di allattamento, i volontari avrebbero provveduto anche a sterilizzare il cane, in modo che una tale triste situazione non si ripetesse.

Alle richieste (piuttosto sensate a nostro avviso) da parte dello staff, l’uomo ha negato qualsiasi consenso. Così non avendo altre alternative, i volontari hanno lanciato un appello mediante social per cercare un luogo adatto ad accogliere i neonati. Fortunatamente questa volta la loro richiesta è stata accettata.

I soccorritori hanno cercato in tutti i modi di non separare i piccoli dalla loro mamma in una fase così delicata ma purtroppo senza successo. Comunque stanno ancora cercando un dialogo con il proprietario del cane, sperando di riuscire a convincerlo a ricorrere alla sterilizzazione.

M. L.