Home News Abbandonata, cagna cerca un posto per partorire resta intrappolata in una fogna

Abbandonata, cagna cerca un posto per partorire resta intrappolata in una fogna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45
CONDIVIDI

Cagna viene abbandonata perché incinta, disperata cerca un posto sicuro per far nascere i suoi cuccioli ma resta intrappolata in una fogna

cagna cade fogna
L’organizzazione di salvataggio animali mentre cerca di recuperare i cuccioli (Foto Facebook)

Spaventata e confusa, una cagna incinta si è ritrovata da sola con in grembo i suoi cuccioli da far nascere. Probabilmente non sapendo cosa fare, ma mossa dal suo istinto materno, ha cercato un luogo,al riparo dove dare alla luce i suoi piccoli.
Nell’intento però è caduta in una fogna, non riuscendo più ad uscirne.

Potrebbe interessarti anche: Salvati due cani randagi da alcuni volontari, tra cui una Pitbull incinta

Il recupero della cagna e dei suoi cuccioli dalla fogna

nina cuccioli
Nina e i suoi cuccioli (Foto Facebook)

Questa ammirabile cagnolina di nome Nina, nonostante il trauma appena subito, ha raccolto tutto le sue forze e il suo coraggio per proteggere le anime innocenti che portava in grembo.

La cucciola è stata abbandonata solo pochi giorni fa, in un campo nei pressi del fiume Elsies, da chi tanto amava e mai avrebbe immaginato l’avrebbe lasciata in una situazione così delicata. Nonostante fosse disorientata dai drastici eventi che si stavano susseguendo repentinamente, la cagna ha cercato di farsi animo per i suoi futuri cuccioli.

Così ha cercato un luogo caldo e idoneo per poter partorire e si è ritrovata in una fogna. Una volta all’interno dello scarico, Nina ha dato vita ai suoi nove cuccioli ma dopo averli messi alla luce, la neo mamma si è resa conto di essere in trappola.

Potrebbe interessarti anche: Cuccioli abbandonati in un canale: il difficile salvataggio – VIDEO

Non riuscendo a trovare una via di fuga, il cane ha iniziato ad abbaiare forte, fortunatamente le sue richieste di aiuto sono state ascoltate da anime pie che hanno allertato un’associazione di salvataggio di animali del pericolo.

La Cape of Good Hope SPCA è giunta sul posto in soccorso della famiglia. L’organizzazione è stata aiutata anche da alcuni volontari presenti in loco.
La neo mamma Nina è stata la prima a essere recuperata mentre per il salvataggio dei nove cuccioli ha richiesti molto tempo.

Non appena l’ultimo dei neonati è stato portato in salvo, la mamma si è subito avvicinata alla cucciolata per prendersi cura dei suoi piccoli. Fortunatamente questa vicenda si è conclusa con la nascita di nove splendidi esseri e ora tutti i quattro zampe sono ospiti dell’organizzazione e sono al sicuro.

M. L.