Home News Abbandonata nel rifugio, la sua vecchia famiglia torna ma non per lei

Abbandonata nel rifugio, la sua vecchia famiglia torna ma non per lei

CONDIVIDI
@Facebook

Una storia davvero singolare è avvenuta in un rifugio per cani di Los Angeles. Qui Zuzu, una femmina di Pastore Tedesco che era stata lasciata dai suoi vecchi proprietari, un giorno si era agitata moltissimo. Più del dovuto, essendo lei un animale molto placido e tranquillo. Ma la ragione di questo suo stato di eccitazione stava nel fatto che la sua vecchia famiglia era tornata al canile. Il quattrozampe aveva ingenuamente pensato che fosse lì per lei. La verità era un’altra, ed era ben triste per Zuzu. Ed anche un addetto del rifugio era stato ingannato, tanto da decidere di filmare la scena. Non c’è stato alcun ricongiungimento invece, quelle persone avevano semplicemente intenzione di adottare un altro cane. Ignorando del tutto la povera Zuzu. Ma a loro detta, c’era una giustificazione: da quando il capofamiglia era morto, la stessa Zuzu aveva smarrito la propria vitalità. La cagnetta sarebbe caduta in uno stato depressivo, al punto da spingere quella famiglia a non volerla più in casa. E ci rendiamo conto che alla fine tale motivazione non può essere definita ‘giustificazione’.

Cani e non solo trattati come oggetti: l’uomo non imparerà mai

Certa gente non riesce a capire che accudire ad un cane, un gatto od un qualsiasi animale domestico non è cosa da poco. Richiedere volontà, impegno e tanta pazienza. Ma risulta anche più incredibile abbandonarli dopo che gli stessi animali hanno passato molto tempo in casa. E finendo col diventare a tutti gli effetti dei membri della famiglia. Come se niente fosse invece, ecco che vengono considerati alla stregua di oggetti rotti da abbandonare quando ritenuti non utili. Per fortuna però le persone che sanno riconoscere il valore affettivo apportato dagli animali sono molte di più. Intanto i volontari di quel rifugio hanno negato a questa famiglia il permesso di poter adottare un nuovo quattrozampe. E ne hanno approfittato per parlare dell’odissea di Zuzu sulla loro pagina Facebook ufficiale. Con la speranza che questa tenera cagnolina trovi davvero qualcuno disposto ad amarla. Tra l’altro oggi è la Giornata della Carezza, dedicata ai nostri amici a quattrozampe e non solo.

A.P.

Guarda il post

Guarda il video