Home News Abbandoni: cane legato ad un palo sotto al sole, a 43° gradi

Abbandoni: cane legato ad un palo sotto al sole, a 43° gradi

CONDIVIDI
abbandono animali
Il palo al quale Chewy era stato legato

Cane legato ad un palo in Arizona: sopravvive sotto 43 gradi

Lo hanno legato ad un palo, sotto al sole, con temperature che raggiungevano i 43°. Nella cittadina di Scottsdale, in Arizona, un meticcio, incrocio di Labrador è stato abbandonato in questo modo dal proprietario, lungo un viale.

Il povero esemplare, lasciato senza acqua, rischiava ogni minuto che passava di cadere in preda ad un colpo di calore o di ustionarsi dal sole.

Leggi anche–> Estate: Quali pericoli per fido? Attenzione al colpo di calore nel cane
Leggi anche–> Estate, pericoli per i 4zampe: cani ustione al sole

Nell’area vi era un rifugio per animali, il Desert Tails Shelter. Ma nessun cittadino aveva pensato di liberare l’animale e di portarlo dai volontari.

Alla fine, il povero animale è riuscito a liberarsi e nel giro di qualche ora, un buon samaritano lo ha recuperato, portandolo finalmente nel luogo più adatto per lui, il Desert Tails Shelter.

Chewy avvistato per strada

“Aveva le zampe bruciate, ed era senza microchip, ma le sue condizioni generali di salute erano buone”, ha dichiarato la direttrice del rifugio, Adama Pfaff.

Abbandoni cani

“All’inizio mi sono proprio infuriata, poi ho dovuto calmare le mie emozioni e affrontare la situazione”. Ha aggiunto Pfaff che non riesce a spiegarsi perché nonostante le diverse opportunità concesse ai proprietari dei cani, c’è chi abbandona ancora un animale in questo modo.

Il cane chiamato Chewy è stato subito rifocillato e idratato. I volontari hanno come sempre in questi casi, subito diramato un appello per avere informazioni e per l’adozione di Chewy.

Chewy al sicuro

In attesa, il cane è stato trasferito presso uno stallo dove c’è una mamma con i suoi cuccioli. “Sembra molto calmo e felice. E’ molto attento alla mamma con i suoi cuccioli”, sottolinea Pfaff.

Purtroppo si tratta di casi all’ordine del giorno. Senza indagare i motivi dell’abbandono, quello che preme i volontari e gli operatori è la sicurezza dell’animale.

Lasciare un cane per strada significa esporlo a numerosi rischi e spesso condannarlo a morte. Potrebbe essere vittima di un incidente o essere recuperato da persone malintenzionate.

C’è chi fino alla fine, agisce in modo inconsapevole, evitando di assumersi le proprie responsabilità e per timore del giudizio altrui.

Comportamenti che potrebbero essere definiti “da vigliacchi”. Troppo facile sbarazzarsi di un animale, troppo facile far finta che non sia mai esistito.

Ecco il post dell’appello per Chewy:


C.D.