Home News Abusava di una cavalla: un 19enne finisce nei guai

Abusava di una cavalla: un 19enne finisce nei guai

CONDIVIDI
La cavalla vittima di zooerastia

L’ennesimo episodio che lascia davvero allibiti quello avvenuto a Basadingen, nella Turgovia, cantone svizzero. Qui un giovane di 19 anni è accusato di aver fatto sesso con una cavalla. Gli episodi di zooerastia, viene spiegato, si sarebbero protratti nel tempo. La denuncia di quanto accadeva è arrivata dai proprietari dell’animale. Tutto inizia nel 2016: nella stalla viene rinvenuta una bottiglia d’acqua.

A quel punto, dopo aver notato che l’animale si comportava in modo strano, i proprietari avevano deciso di piazzare una telecamera. Questo “per vedere se qualcuno entrasse realmente nella stalla”. La notte stessa, il giovane ha “visitato” la cavalla. Tutto è stato filmato e inviato alla polizia. Sono poi seguiti tre mesi di silenzio, quindi il 19enne era ricomparso nella stalla.

Il giovane è stato fermato il 10 agosto e interrogato dalla polizia. Il 19enne ha spiegato di aver dovuto fare ricorso alla cavalla, perché aveva difficoltà di approccio con le donne. Dopo l’interrogatorio, il ragazzo è stato rilasciato e si è immediatamente ripresentato nella stalla. Un veterinario ha poi constatato che la cavalla aveva un leggero gonfiore e rossore della sua vagina. A questo si aggiungono il trauma per quanto accadeva e un ridotto appetito.

A quel punto, il Ministero pubblico turgoviese ha aperto un’inchiesta. Le accuse sono gravi: violazione di domicilio e crudeltà verso gli animali. “In questo contesto, una persona è stata arrestata e interrogata”, ha spiegato il portavoce Matthias Graf. Per i proprietari dell’animale, il giovane ha una “sofferenza mentale” e “non è normale”. Per poter arrivare all’altezza della cavalla, il 19enne saliva su una bombola del gas.

Le polemiche contro Chiambretti e Asia Argento

La zooerastia è un fenomeno preoccupante e secondo i dati diffusi nel mese di marzo del 2017 sarebbe in aumento . Anche se non è vietato in molti paesi, spesso la detenzione e la diffusione di materiale pornografico è invece proibito. La zooerastia è un fenomeno fuori controllo ed è facile trovare in rete filmati con scene agghiaccianti di sesso con animali e bambini. Di recente alcuni ragazzi marocchini residenti nelle campagne del piccolo villaggio di Sidi Al Kamel hanno contratto la rabbia dopo aver fatto sesso con un asino.

In Italia, qualche settimana fa, aveva destato molte polemiche la puntata di Matrix Chiambretti condotta da Piero Chiambretti con ospite Asia Argento, la figlia del noto regista Dario Argento. Durante l’intervento, sottolinea Lorenzo Croce, presidente Aidaa “è stato trasmesso un video tratto da un film di qualche anno fà il cui la Argento dopo un ballo erotico, si bacia di fatto con un cane rotweiller”.

Zooerastia nel mondo del porno

Proprio l’Aidaa ha lanciato un appello alla pornodiva Malena la Pugliese invitando a diventare testimonial di una campagna contro la zooerastia, ovvero la pratica di fare sesso con gli animali. La stessa Cicciolina, recentemente, aveva smentito di aver mai fatto sesso con un cavallo, presentando nel mese di gennaio 2017 una denuncia ai motori di ricerca affinché questa vicenda “falsa” fosse cancellata. Negli anni scorsi, Aidaa ha denunciato Andrea Diprè per aver diffuso dei filmati di sesso con animali della pornostar Moana Conti.

GM