Home News Abusi sessuali su un pony, viene scoperto e confessa: “Che c’è di...

Abusi sessuali su un pony, viene scoperto e confessa: “Che c’è di male?”

CONDIVIDI
(Christopher Furlong/Getty Images)

Ancora un caso di zooerastia, protagonista in negativo Travis M. Wagner, che ha 22 anni, è statunitense e vive ad Ephrata, nella contea di Lancaster, in Pennyslvania. Il giovane aveva un sogno erotico davvero sconcertante, quello di avere rapporti sessuali con un pony e per soddisfare la propria perversione è riuscito a intrufolarsi per ben tre volte nel fienile in cui si trovava l’equino, sodomizzandolo.

A scoprire Travis M. Wagner era stato il proprietario dell’animale, il quale si era insospettito di fronte a quel giovane con il furgoncino che si aggirava intorno alla sua proprietà. Lo aveva pedinato e lo aveva visto intrufolarsi all’interno del suo possedimento, così ha deciso di contattare le forze dell’ordine. Il 22enne, sorpreso nel terreno dell’allevatore, non ha cercato scuse: “Sono qui per fare sesso con il cavallo”, ha ammesso candidamente.

Non aveva però considerato le conseguenze di quel suo gesto: per lui è scattata l’accusa di abusi e violenze su animali, che peraltro non si è nemmeno sforzato di negare. Per tale ragione, è stato condannato a 1700 dollari di multa e 2 anni di libertà vigilata. Ma non solo: il giudice ha infatti deciso che “non deve avere contatti con la vittima o con i parenti della vittima”.

Nelle scorse settimane era iniziato il processo nei confronti di Ryan McDonald, un giovane uomo di 38 anni, il quale aveva violato una proprietà privata dove è stato scoperto in una stalla nell’Arkansas, mentre faceva sesso con un pony.

A denunciare il caso fu il proprietario dell’animale che si svegliò durante la notte, attirato dai rumori che provenivano dalla stalla. Inizialmente, temeva che si trattasse di un ladro ma quando ha scoperto quello che stava realmente accadendo, il proprietario del pony ha subito chiamato la polizia locale. Mc Donald venne arrestato per violazione di domicilio e zooerastia, ovvero abusi sugli animali.

Durante le perquisizioni e le indagini sono emersi alti dettagli scabrosi. Infatti, in giovane uomo era in possesso di diversi filmati sul suo cellulare che dimostravano che era solito fare sesso con gli animali. In diverse occasioni, Mc Donald aveva abusato di cavalli e cani.

McDonald è stato condannato dal tribunale di Miller County per 18 capi d’imputazione tra cui abusi sugli animali, violazione di domicilio ma anche detenzione e diffusione di materiale pornografico e violazione degli arresti domiciliari per andare addirittura a casa di alcune persone per fare il dogsitter. McDonald è stato interdetto di detenere anche animali o di frequentare luoghi dove vi siano animali.

L’uomo ha ammesso la sua colpa davanti al giudice, sottolineando  di avere problemi psicologici e per questo ha chiesto aiuto.

Nel mese di marzo erano stati diffusi i dati di diverse inchieste per cui emergeva che si registra un aumento di casi di zooerastia in diversi paesi.

Travis M. Wagner (Facebook)