Home News Nerina ritrova i padroni dopo mesi ma non può riunirsi a loro

Nerina ritrova i padroni dopo mesi ma non può riunirsi a loro

CONDIVIDI
©Getty

E’ una storia a lieto fine o no? Ad Accumoli, uno dei tanti comuni dell’Italia centrale devastato dalle continue scosse di terremoto propagatesi dallo scorso mese di agosto ad oggi, una famiglia è riuscita a ricongiungersi con Nerina, la sua adorata gatta. Il tutto grazie ai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, i quali da tempo stanno procedendo con una vasta operazione di recupero e soccorso degli animali della zona, che vengono anche regolarmente censiti.

I suoi proprietari si recavano sul posto ogni settimana con la speranza di ritrovarla, assistiti anche dai Vigili del Fuoco. Marilù D’Ignazio, della LNDC di Teramo, parla della riunione tra Nerina ed i suoi padroni: “Non riuscivano a crederci. Ci hanno subito raggiunti e poi entrati nella stanza dove si trovava la gatta, l’hanno chiamata e lei è subito andata incontro a loro”. Ma la brutta notizia sta nel fatto che l’hotel che ospita da tempo i proprietari di Nerina non accetta animali.

Per questo motivo è stato chiesto alla LNDC di ospitare la micia, in attesa di trovare una nuova soluzione. Perché l’intenzione di abbandonare Nerina non c’è affatto. Nelle zone colpite dal sisma c’è da fare i conti anche con il maltempo che ha reso tutto più difficile da quando è arrivato il freddo, ma forze dell’ordine e volontari non mollano.