Home News Addio a John Peter Sloan: “Anche ai cani della Sicilia mancherà”

Addio a John Peter Sloan: “Anche ai cani della Sicilia mancherà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:47
CONDIVIDI

Addio all’insegnante di inglese e comico John Peter Sloan, morto a soli 51 anni: una perdita anche per tutti i cani della Sicilia.

John Peter Sloan cani
Addio a John Peter Sloan: “Mancherà a tutti i cani della Sicilia” (Foto Facebook)

John Peter Sloan, nato a Birmingham, nel Regno Unito, era un comico, autore, cantante e insegnante. Aveva lasciato l’Inghilterra a soli sedici anni, intraprendo la carriera di cantante in giro per l’Europa finché non aveva scelto di stabilirsi in Italia, che era diventata la sua seconda casa.

Nel nostro Paese aveva partecipato come comico al celebre programma “Zelig” dove ironizzava sulla sua esperienza nell’insegnamento dell’inglese agli italiani. Proprio in veste di insegnante di inglese aveva partecipato ad un altro iconico programma della Mediaset, “Amici”, dove aiutava i ragazzi a migliorare la conoscenza della sua lingua madre.

John Peter Sloan aveva pubblicato diversi libri di inglese per gli italiani, con un metodo adattato proprio al nostro popolo di cui conosceva bene le lacune dovute a un apprendimento scolastico obsoleto e poco interattivo. L’attore e insegnante inglese era diventato popolare grazie al successo del suo libro “Instant English” e alla divertente serie di DVD “Speak Now”, pubblicata con Repubblica e L’Espresso settimanalmente per 22 settimane nel 2011.

Il “Metodo Sloan” è caratterizzato da un approccio divertente ma efficace all’apprendimento dell’inglese, ed è appositamente progettato per quegli italiani che, come spesso amava ricordare, hanno sempre pensato di avere un problema personale con la lingua.

Addio all’insegnante di inglese e comico John Peter Sloan: mancherà anche ai cani randagi della Sicilia

john peter sloan cani sicilia
Addio a John Peter Sloan che voleva salvare tutti i cani della Sicilia” (Foto Instagram)

A seguito della grande richiesta di tutti i suoi fan, John aveva deciso di aprire una scuola di inglese basata sul suo metodo nel centro di Milano, dove è attivo anche un nido bilingue, e in seguito anche a Roma, Menfi e Sciacca. Proprio in Sicilia, dove si era trasferito da qualche anno, è morto a soli 51 anni il 25 maggio 2020. Lì, insieme alla sua compagna, aveva 14 cani, tra cui Rocky, un cane con un solo dente e la lingua perennemente fuori dalla bocca a causa di un pestaggio. «Quando l’ho trovato aveva il muso fracassato da un bastone» aveva raccontato Peter Sloan.

Anche se a noi italiani il randagismo sembra una cosa “normale” e che esiste ovunque così non è. John da inglese non era abituato a vedere dei cani randagi, era dispiaciuto per loro e il suo amore inglese per gli animali domestici lo aveva spinto a “voler salvare tutti i cani abbandonati in Sicilia“. Collaborava attivamente con il rifugio “Hot Dogs Rescue” salvando gli animali e trovando per loro una famiglia.

Noi italiani abbiamo perso un ottimo insegnante, il primo forse ad avere veramente fiducia nelle nostre capacità, un comico vivace e pungente e anche un grande amante degli animali. Ciao Peter.

Potrebbe interessarti anche:

Teresa Franco