Home News Adolescente uccide cane, arrestata un anno dopo: “Sono pentita” – FOTO

Adolescente uccide cane, arrestata un anno dopo: “Sono pentita” – FOTO

CONDIVIDI
cane ucciso
Cane ucciso a maggio 2017, la colpevole rintracciata nei giorni scorsi

Una giovane colpevole di un episodio relativo ad un cane ucciso. Era accaduto un anno fa, è stata rintracciata solo adesso grazie ai social network.

Un’adolescente era stata ripresa in un video nel quale uccide un cane su di un ponte ferroviario, a centinaia di metri sopra un fiume nella Contea di Scott, in Tennessee. La vicenda non è recente e risale ad un anno fa. E grazie alle riprese filmate adesso è stata individuata dalla polizia locale. Ai tempi la giovane aveva 17 anni ed una sua amica l’aveva ripresa con uno smartphone mentre uccideva l’animaletto. Ora si trova in una età perseguibile dalla legge, anche se la sua tesi difensiva giocherà sul fatto che, all’epoca del misfatto da lei commesso, era invece una minorenne.

L’arresto della ragazza responsabile dell’episodio del cane ucciso è finita in manette lunedì scorso. Le registrazioni video con protagonisti dei minori sono in gran parte sigillate, secondo la legge del Tennessee. Fanno eccezione i crimini violenti però, come i casi di omicidio. Le generalità della ragazza non sono state diffuse ma a suo carico ci sono accuse importanti, quali maltrattamento ed uccisione di animali, crudeltà e delinquenza. Oltre al video, le autorità hanno analizzato anche diversi messaggi lasciati sui social network nel corso degli ultimi 12 mesi.

Cane ucciso, altri giovanissimi lo hanno fatto di recente

Il video del cane ucciso aveva iniziato a circolare sui social media durante il weekend del Memorial Day. L’ufficio dello sceriffo della Contea di Scott ha iniziato a contattare alcuni residenti del posto per raccogliere delle testimonianze. Ben presto è stato rintracciato il luogo del delitto, individuato in un tratto del ponte ferroviario di New River. Non è stato possibile però scovare l’identità del povero animale o degli eventuali proprietari. La giovane ha ammesso le proprie responsabilità, e ha aggiunto che il video è finito sul web senza il suo consenso. Lei stessa aveva commentato in un post di aver capito che quella azione fu orribile.

“Se potessi tornare indietro non lo rifarei. Le persone cambiano. Mi dispiace per tutte le persone che si sono arrabbiate in questo momento. Voi tutti avete tutto il diritto di essere furiosi. Sono d’accordo sul fatto che merito di essere punita e lo sarò”. Il post è apparso su Snapchat domenica scorsa, il giorno prima che la giovane venisse arrestata. “Non sto chiedendo perdono”, ha continuato il messaggio. “Sto solo facendo capire a tutti che mi sono reso conto di quello che ho fatto e che sono cambiata molto da quel video. Vorrei ringraziare tutte le persone che lo hanno capito”. Tuttavia, in caso di condanna, la pena non sarà severa. E pochi giorni fa altri giovanissimi hanno barbaramente ucciso un altro cucciolo.

A.P.