Home News Angeli dei 4 Zampe Agenti danno da mangiare ad una senzatetto e al suo cane: la...

Agenti danno da mangiare ad una senzatetto e al suo cane: la commozione dei testimoni

CONDIVIDI
contenuto 100% originale
@Facebook

Immagini di una rara umanità che spesso non viene mai abbastanza mostrata. Eppure, in ogni angolo del mondo, c’è chi non resta indifferente a chi ha bisogno di aiuto. E’ il caso di due agenti della polizia di Buffalo, negli Stati Uniti, sorpresi da una donna, Kaitlyn McNamara a donare del cibo ad una senza tetto e al suo cane.

La giovane testimone ha scattato una serie di fotografie che ha poi condiviso sui social per raccontare la straordinaria storia di solidarietà alla quale aveva assistito.

McNamara si era fermata per fare il pieno e si era poi recata recata all’interno del negozio per pagare: “Ho sentito uno dei due ufficiali che all’esterno del negozio si erano fermati per parlare con la senzatetto, mentre accarezzavano amorevolmente il suo cane. Poi, sono entrati dentro al negozio e mentre aspettavano il caffè sono andati a comprare del cibo per il cane e un panino per la sua padrona”.

La donna è uscita e si è allontanata un pochino, continuando ad osservare tutta la scena: “Quando sono uscita, ho visto i due agenti che sono andati dalla senzatetto per offrirle le scatolette e il panino. Il viso di quella donna si è illuminato”.

McNamara si è commossa di fronte ad un gesto così semplice ma di una profonda e rara gentilezza: “Ho cominciato a piangere. Non volevo intromettermi troppo e così sono andata verso la mia macchina, guardando di nascosto tutto la scena. Un gesto altruista e pieno di umanità. Gli agenti non erano obbligati a fare nulla. E’ stato molto bello assistere a quella scena”.

I due agenti sono stati molto cordiali e rispettosi della senzatetto e del suo cane che hanno accarezzato amorevolmente. Un gesto di calore che ha sicuramente dato un po’ di conforto a quella giovane donna.

Casi di questo genere contribuiscono a costruire un mondo migliore e spesso non ce n’accorgiamo e preferiamo dare prevalenza all’orrore. Piccoli gesti che non costano molto e che fanno la differenza per cui vale la pena continuare a sperare di cambiare nel proprio piccolo, la qualità delle relazioni umani e con gli animali.

C.D.