Home News Alaska Il labrador ecologista che raccoglie la plastica

Alaska Il labrador ecologista che raccoglie la plastica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:17
CONDIVIDI

Che la terra sia in grave pericolo a causa della plastica è una situazione nota a tutti, ma un piccolo labrador ecologista di soli 14 mesi ha già raccolto 40 chili di plastica.

Alaska il cane che raccoglie la plastica
Alaska il cane che raccoglie la plastica ( Foto Facebook )

 

La plastica è un problema che tutto il mondo sta affrontando, essendo un composto chimico creato dall’essere umano infatti, madre natura, che per ogni sostanza naturale del pianeta ha un metodo per disfarsene, non è riuscita  a trovare un modo per eliminare l’enorme fardello : la plastica.

L’inquinamento da materiali plastici è il problema più grande che l’intero globo abbia mai avuto, si stima infatti che per eliminare una solo bottiglia di plastica ci vogliano circa 450 anni ma è solo una supposizione, infatti non è chiaro se la decomposizione di questo materiale avverrà veramente.

Per questo motivo tutti i paesi del mondo dovrebbero riciclare e non gettare questi materiali nell’ambiente. Soprattutto perché a rimetterci sono sempre le creature che popolano il nostro immenso pianeta , soprattutto gli animali.

A tutti infatti sarà sicuramente capitato di imbattersi sui social o semplicemente osservando alcuni programmi in televisione di vedere creature come cigni che nidificano nella plastica, tartarughe morte per aver ingerito una  busta o una delle foto che fece molto riflettere del cavalluccio marino con il cotton-fioc.

Alaska il cane che raccoglie la plastica

Alaska il cane che raccoglie la plastica
Alaska il cane che raccoglie la plastica ( Foto Facebook )

La plastica è un’enorme problema e in moltissimi si stanno adoperando per cercare di rendere il mondo un posto migliore non solo riciclando ma anche raccogliendo dai mari e dalle strade tutta la plastica che vi è stata gettata.

A contribuire alla rimozione di questi materiali tossici per l’ambiente c’è anche Alaska un labrador di 14 mesi che ha una vera passione per le bottiglie di plastica.

A quanto riferito dal suo amico umano infatti il cane ogni volta che esce di casa trova per la strada delle bottiglie di plastica con il quale gioca fino al rientro a casa e dove prontamente S.P. il suo amico umano provvede a gettarle nella raccolta differenziata.

Facendo un rapido  calcolo secondo quanto riportato su un gruppo Facebook dall’uomo infatti uscendo quattro volte al giorno solo nel 2020 il cane avrebbe già raccolto oltre 780 bottiglie di plastica.

In soli quattordici mesi di vita calcolando il peso delle bottiglie il cane ha già rimosso dall’ambiente circa 40 chili di plastica, un ottimo risultato.

Anche in questo caso gli animali sono da prendere come esempio, grazie all’aiuto di Alaska infatti il mondo sarà un posto più pulito.

View this post on Instagram

Lei è Alaska, un Labrador nero di quasi quattordici mesi. È di proprietà di Stefano Papa, un utente attivo sul gruppo della pagina Facebook «Cripto». Come spiegato lunedì da quest'ultimo, la cagnetta ha «una sola grande passione»: le bottiglie di plastica. Perciò ne raccoglie e ne porta con sé sempre di diverse (almeno una per ogni passeggiata) e il padrone non manca mai di buttarle nell'immondizia prima di rientrare a casa. «Ma quanto impatto ha, nell’ambiente, questo piccolo hobby di Alaska?», si è dunque chiesto l'uomo. La risposta è stata sorprendente: «Con una media di quattro uscite al giorno – ha spiegato – soltanto nel 2020 Alaska ha raccolto oltre 780 bottiglie! Calcolando che mediamente una bottiglia di 1,5L pesa sui 50 grammi circa, possiamo tranquillamente dire che, da sola, ha rimosso quasi 40 kg di plastica dalle strade e dalle spiagge. Mica male per una “bambina” di poco più di 13 mesi di vita!» (📸 Facebook: Stefano Papa)

A post shared by Corriere della Sera (@corriere) on

L.L.