Home News Alaskan Malamute salvato da proprietari crudeli, la rivincita di Odin

Alaskan Malamute salvato da proprietari crudeli, la rivincita di Odin

CONDIVIDI

Alaskan Malamute e la sua nuova vita. Portato in salvo da Sidney, ritrova la salute e il benessere che la crudeltà umana gli aveva negato

Sidney e Odin (Foto Facebook)
Sidney e Odin (Foto Facebook)

Un amore capace di trascendere ogni tipo di difficoltà, che lotta, che crede fermamente nella potenza che è in grado di donare. Questa è la storia di Odin, un husky malamute condannato per lungo anno, ad una vita sofferente e crudele, la cui svolta è giunta nel momento in cui ne aveva maggiormente bisogno.

Alaskan Malamute prigioniero di una vita sofferente, la svolta

Odin, il prima e il dopo (Foto Facebook)
Odin, il prima e il dopo (Foto Facebook)

Odi, è uno splendido malamute che ha visto, per un anno,  la sua esistenza ridursi a brandelli, a causa dell’indifferenza e dell’assenza di cure e attenzioni da parte dei suoi padroni che lo tenevano legato a catena, esposto sotto il sole, la pioggia e il vento.

Le pessime condizioni di mantenimento, gli avevano procurato molti problemi di salute come infezioni della pelle, parassiti intestinali e ossa rotte con conseguente malnutrizione. Un’anima amorevole, di nome Sydney Schelkopf, dopo aver notato il cattivo stato di salute dell’animale non ha esitato a chiamare i soccorsi, cominciando a ricoprirlo di tutte le attenzioni necessarie, fin da subito. Accanto a lui, la donna di rese conto che il cane presentava delle ferite ancora più profonde di quelle fisiche. Si trattava di ferite emotive che necessitavano di cure ancora più mirate, per le quali, ci voleva del tempo prima di ottenere una guarigione. Infatti, quando Odin venne accolto nella casa di Sidney, mostrava un atteggiamento diffidente e introverso, si guardava spesso intorno e avvertiva una sorta di paura per qualcuno pronto a fargli del male. Il suo corpo versava in condizioni di scarsa igiene e cura, emanando un odore nauseabondo a cause delle ferite riportate.

Tuttavia, già dal secondo giorno, Odin iniziò a mostrare dei miglioramenti: “Salì sul letto, mi guardò con occhi sinceri e si addormentò in un abbraccio colmo di affetto.”- afferma Sidney con voce commossa.  Bastò quell’attimo a far maturare in lei la decisione di tenerlo con sè e non affidarlo ad un’altra famiglia.

La rinascita di Odin grazie a Sidney

La bellezza dell'Husky Malamute (Foto Pixabay)
La bellezza dell’Husky Malamute (Foto Pixabay)

In breve tempo, il cucciolo è diventato un adorabile husky malamute di grandi dimensioni. I suoi occhi, la sua espressione vivace e allegra, dimostrano quanto l’amore possa fare dei miracoli. La lotta di Odin continua, perché ancora deve guarire da infezioni interne all’organismo di difficile risoluzione, ma con il sostegno della sua padroncina tutto sarà più semplice.

Sidney ha fato riconquistare in Odin, la fiducia negli umani che aveva perso e la consapevolezza che ad una situazione negativa, ne seguirà un’altra di gran lunga positiva, perché il bene trionfa sempre, su ogni forma di indifferenza e crudeltà.

Leggi anche:

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI