Home News Alessia Pretotto muore a 44 anni così: ha salvato decine di cani...

Alessia Pretotto muore a 44 anni così: ha salvato decine di cani in Italia e all’estero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:54
CONDIVIDI

Una giovane donna, Alessia Pretotto, si è spenta: si è distinta per il suo coraggio e per il suo amore verso decine di cani in Italia e all’Estero.

alessia pretotto amante dei cani morta
Alessia Pretotto Foto La Stampa

Alessia Pretotto aveva 44 anni. La donna era una grande appassionata di animali e negli anni, grazie all’aiuto di un’amica veterinaria, ha salvato moltissimi cani. La donna lavorava alla Michelin di Cuneo, inizialmente in un reparto dedicato ai pneumatici per l’aviazione che attualmente non è operativo.

Alessia era però originaria di Treviso e si è trasferita vicino Cuneo con la sua famiglia. La madre Valeria è conosciuta in città perché possiede un’erboristeria in piazza Boves. Alessia ha cominciato a lavorare allo stabilimento dopo il diploma alla ragioneria di Saluzzo.

Alessia Pretotto muore a 44 anni: la sua attività in difesa degli animali

come aiutare canili gattili
Come aiutare concretamente canili gattili? (Fonte foto Unsplash)

Negli ultimi anni ha recuperato diversi cani in giro per i canili, non solo in Italia ma anche all’estero. Questi cani, spesso vittime di maltrattamenti, li accudiva a Borgo San Dalmazzo, dove si era trasferita. Gli ultimi cani che ha recuperato si chiamano Sunny, Tabatha e Lea.

Da due anni la donna era a conoscenza di avere un tumore e stava affrontando le cure. La Stampa riporta che ha affrontato la malattia con coraggio, senza smettere di occuparsi dei più deboli. Nelle ultime settimane le sue condizioni si sono aggravate: la donna non ce l’ha fatta e si è spenta mercoledì a Busca, all’Hospice. I funerali di Alessia si terranno domani, 23 novembre, alle 10, in Cattedrale a Cuneo.

In memoria di Alessia ognuno di noi può aiutare una struttura, anche non adottando direttamente un animale se non si ha la possibilità: ecco come aiutare canili e gattili: quali oggetti donare o acquistare.

Un’altra cosa che si può fare anche è aiutare a diffondere l’idea che se si vuole un cane o un gatto, è preferibile adottarlo piuttosto che comprarne uno di razza. Questo dà una seconda vita a un animale abbandonato e dimostra il vero amore per gli animali. Inoltre aiuta a fermare la piaga degli allevamenti abusivi dei cani di razza, illegali e nei quali gli animali non sottoposti a norme per la tutela della loro salute.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI