Home News Conosciuto come “l’alligatore di Hitler”: ora verrà imbalsamato

Conosciuto come “l’alligatore di Hitler”: ora verrà imbalsamato

È morto poco più di sei mesi fa, ora verrà imbalsamato così da “vivere per sempre”: parliamo di quello conosciuto come “l’alligatore di Hitler”.

Alligatore Hitler Saturn Imbalsamato
Saturn, l’alligatore di Hitler imbalsamato in Russia ed esposto al Museo di Storia Naturale di Mosca (Fonte Facebook)

Fatti storici che poco dimenticheremo nel corso della vita. Anche se qualcuno narra che la storia non è così poi importante, il fatto dovrebbe dare far riflettere. È importante per conoscere la nostra storia stessa e le nostre origini, ma anche per documentarsi sui fatti accaduti prima che noi nascessimo in epoche non proprio lucenti.

E una di queste epoche davvero oscure, accadute il secondo scorso, è quella del nazismo con a capo Adolf Hitler. Oggi non parliamo certamente di lui, ma di un animale a lui, forse “molto caro”, che nell’ultimo anno ha fatto il giro del web. Per due motivi, di cui sul primo avevamo già qualche informazione.

Il famoso “alligatore di Hitler” chiamato così perché scappato dallo zoo di Berlino durante i bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. Ma prima di entrare nel dettagli diamo subito la notizia per poi approfondirla: l’alligatore, ormai passato ad altra vita, verrà imbalsamato e così potrà continuare a “vivere per sempre”. Forse un modo, ancora più netto, per decretare la vergogna verso quel periodo così orrendo che occupò tutto il Vecchio Continente, e cioè quello europeo.

L’alligatore di Hitler in Russia per sempre: dopo la morte arriva il momento di “gloria eterna”

Alligatore Hitler Imbalsamato
L’alligatore di Hitler verrà imbalsamato in Russia dopo la sua morte avvenuta a 84 anni (Fonte Web)

Per argomentare bene la storia, senza annoiare troppo, dobbiamo tornare indietro con gli anni. Era il 1943, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale. I bombardamenti su Berlino fecero sì che questo alligatore, di nome Saturn, scappò dallo zoo della stessa città tedesca. Da quel giorno non si vide più, per ben tre anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto l’alligatore di Hitler: viveva a Mosca e aveva 84 anni

Con la guerra ormai conclusa, nel 1946, venne ritrovato da alcuni soldati inglese che lo diedero in dona all’armata sovietica. Non si seppe mai dove andò a vivere l’alligatore in questione per i tre lunghi anni, due dei quali ancora sotto i bombardamenti. Rimase sempre un mistero, come lo è quello che, forse, lo vede come uno dei beniamini di Hitler nel mondo animale.

Sta di fatto che l’alligatore scappò per tre anni per poi essere preso in custodia da quella che oggi chiamiamo Russi, ma che all’epoca era l’Unione Sovietica. Saturn è durato, anzi potremmo meglio dire vissuto per 84 anni, per poi morire, dopo aver fatto una buona vita, lo scorso 23 maggio. Una morte che ha lasciato il segno per il simbolo che ha rappresentato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uomo anziano combatte contro un alligatore per salvare il suo cucciolo

Un simbolo a cui è stata data “un’altra vita”: ora Saturn verrà imbalsamato ed esposto al Museo di Storia Naturale di Mosca. Resta in Russia, per sempre. Ora il museo in questione è chiuso per via dell’espandersi, ancora una volta, della pandemia da coronavirus. Ma non appena riaprirà, si presume il 15 gennaio del 2021, potrà essere osservato da tutti i visitatori che vorranno vederlo nel suo splendore. Gli stessi rappresentati dello zoo hanno detto che sarà per loro un onore poterlo avere nel museo. Questo è stato il commento più apprezzato e divulgato: “È venuto con noi dopo la vittoria e ha festeggiato il settantacinquesimo anniversario sempre con noi. Sarà un vero onore per noi tenerlo in Russia per sempre”.

Davide Garritano