Home News Anatra riesce a far superare alla sua proprietaria il trauma di un...

Anatra riesce a far superare alla sua proprietaria il trauma di un incidente d’auto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:26
CONDIVIDI

L’anatra Daniel è riuscito ad aiutare la sua padrona Carla a superare il trauma in seguito ad un incidente d’auto: la storia di un animale da supporto emotivo.

trauma emotivo
Anatra Foto @educalingo

Carla Fitzgerald, nel sud-est del Wisconsin, stava guidando un cavallo e una carrozza per lavoro nel 2013, quando un‘auto si è schiantata contro di lei. La carrozza si accartocciò come una lattina di soda e la Fitzgerald fu lanciato in aria, atterrando su una griglia di metallo. Le ci sono voluti 5 mesi per imparare di nuovo a camminare.

Anatra riesce a far superare alla sua proprietaria il trauma di un incidente d’auto: le regole per volare con Daniel e gli altri animali da supporto emotivo

anatra trauma emotivo
Carla Fitzgerald e la sua anatra Daniel Foto WebMD

Fu allora che l’anatra Daniel divenne l’animale di supporto emotivo della donna. L’aveva comprato per 6 dollari in una fiera l’anno prima.

“Sono stati i migliori 6 $ che abbia mai speso”, ha raccontato la Fitzgerald a WebMed, 40 anni. “Daniel è stato molto confortante. Si sdraia su di me, mi dà baci e abbracci al collo, e sono sicura che sarà lì per me. ”

Quando viaggia, Carla porta Daniel – che indossa un pannolino – sui voli con lei, fornendo la documentazione del suo medico che dice che Daniel è il suo animale di supporto emotivo.

Carla Fitzgerald è tra il numero crescente di persone che volano con compagni pelosi e piumati per il supporto emotivo. Secondo il gruppo commerciale dell’industria Airlines for America, oltre 1 milione di persone ha portato animali di supporto emotivo sui voli l’anno scorso. Le regole variano di compagnia in compagnia e, mentre negli USA si stanno compiendo dei passi per agevolare i passeggeri, in Italia e Europa la questione è più complessa, come vi abbiamo spiegato nell’articolo Vacanze di Natale 2019: come viaggiare in aereo con il cane o un altro animale domestico.

Le linee guida USA ad esempio affermano che le compagnie aeree possono negare di autorizzare animali di supporto emotivo su voli in base a dimensioni, peso ed età – se l’animale ha meno di 4 mesi, potrebbe non essere autorizzato a salire a bordo. Del resto, se l’animale va trasportato sotto il sedile le sue dimensioni contano, così come il peso dato che si tratta comunque di un volo aereo.

Tutte le compagnie aeree richiedono la documentazione di un medico o di un professionista della salute mentale. Possono anche richiedere documenti di valutazione comportamentale degli animali e certificati sanitari e possono allontanare un animale se minaccia il benessere di altri passeggeri.

In alcuni casi sono le stesse compagnie aeree invece a riconoscere che gli animali alleviano lo stress da viaggi e a fornire il loro supporto, come vi abbiamo raccontato nell’articolo Un maialino anti-stress all’aeroporto di San Francisco. Questi animali sono tutti animali addestrati.

View this post on Instagram

Thank you @reuters for covering our volunteer work (link in bio and stories)! SFO 🗓 REVEAL: Shaking & waving at SFO’s Terminal 3 at 11 AM today 🧳😘💕🐽 #RevealbyLiLou – @sfowagbrigade @flysfo @sanfranciscospca – – – – – – – #sfpig #lilouthepig #lilou #therapypig #petpig #citypig #pigsofinstagram @sanfranciscospca @thedodo @buzzfeedanimals @abc7newsbayarea @ktvu2 @theellenshow #buzzfeedanimals #abc7now #thedodo #therapyanimal #bayareabuzz #onlyinSF @onlyinsf @cutepetclub @peopletv @9gag #WagBrigade #animalassistedtherapy #airportfashion #airportlife #travelblogger #volunteer #smileambassador #pigambassador #travelbug #airportstyle #spreadlove #spreadjoy #yearofthepig

A post shared by LiLou the Pig 🐽 San Francisco (@lilou_sfpig) on

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI