Home News Angeli dei 4 Zampe Cani terrorizzati in canile: volontari trovano il modo di far passare la...

Cani terrorizzati in canile: volontari trovano il modo di far passare la paura del primo bagno

CONDIVIDI

Diamo per scontato che i nostri pelosi a 4zampe si fidino fin dal primo momento dei volontari che li soccorrono per strada. In realtà, molti esemplari subiscono dei forti traumi dall’abbandono al randagismo, ai maltrattamenti, all’essere disorientati in un ambiente sconosciuto. Tutti fattori che incidono sul fattore stress e contribuiscono ad alimentare le loro ansie e le loro paure. Proviamo solo ad immaginare un cane maltrattato e abbandonato, che prova a sopravvivere per strada, affamato, cacciato dalle persone e in preda ai pericoli come il traffico, continuamente stressato dai rumori assordanti di una città. Proviamo ad immaginare la paura di questo animali che da un ambiente protetto si trova a confrontarsi con una realtà sconosciuta.

Ma non solo. Ad un tratto quella creatura si trova ingabbiata da degli sconosciuti. Non ha idea di che cosa le accadrà. Anche se sente le buone intenzioni di quelle persone, teme di essere allontanato dal luogo in cui magari è stato abbandonato e dove spera rivedere il suo padrone. A volte, si tratta di randagi che sono semplicemente sopravvissuti allo stato brado e che dal giorno all’indomani si trovano in un ambiente artificiale dove anche se hanno cibo a volontà non hanno via di fuga. L’unica cosa che per istinto conoscono.

Esemplari che forse non hanno neanche mai conosciuto il contatto con l’uomo o che l’unica cosa che hanno conosciuto sono state le botte.

Un ritratto di quello che può essere la realtà di molti cani che vengono ritrovati per strada e trasferiti in canile. Tra le prime cure, questi esemplari vengono sottoposti a dei bagni come primo trattamento anche cutaneo per curare possibili infezioni come la rogna. Un’impresa che spesso e volentieri si rivela piuttosto ardua, considerando anche che per molti cani si potrebbe trattare del loro primo bagno.

Ecco allora che al Detroit Dog Rescue (DDR) i volontari hanno escogitato una piccola astuzia per distrarre i pelosi più terrorizzati, come un certo esemplare di nome Epic.

Il Detroit Dog Rescue (DDR) ha pubblicato una fotografia con un simpatico commento nella quale mostrano come il piccolo Epic ha superato la paura del primo bagno. Il cane è arrivato in pessime condizioni: aveva delle ferite molto brutte al collo e non era facile tranquillizzarlo per lavarlo.

Ecco perché i volontari hanno preso in mano la situazione spargendo del delizioso quanto irresistibile burro d’arachidi sulla vasca e le pareti che Epic ha apprezzato, dimenticandosi di qualsiasi trauma.

Un trucco che i volontari aveva in realtà già messo in pratica con altri esemplari che come Epic erano stressati o impauriti. Risultato? Ben quaranta barattoli di burro di arachidi e il gioco è fatto. Per questi esemplari, da quel momento in poi, il bagno sarà associato a qualcosa di prelibato e non ci sarà più nulla da temere.

“L’intero programma per la cura degli animali di Detroit Dog Rescue è incentrato sul rinforzo positivo e sulla manipolazione senza forze”, ha dichiarato Millman-Rinaldi, fondatrice dell’associazione, spiegando che ogni volta lo staff fa di tutto per farli sentire al sicuro e amati: “Ci vuole pazienza, imparando ad uscire fuori dagli schemi e tanto ma tanto burro d’arachidi”.

C.D.

@