Home Foto Angelina Jolie e figli al dog park per banchetto di beneficenza

Angelina Jolie e figli al dog park per banchetto di beneficenza

CONDIVIDI

Angelina Jolie e prole al dog park dietro ad un banchetto di beneficenza per cani

Angelina Jolie e i suoi figli

L’eleganza, il talento, la bellezza, la femminilità e l’intelligenza. Un mix che rende unica l’attrice Angelina Jolie che da sempre si è contraddistinta anche per il suo impegno in ambito umanitario. Anche se, recentemente, la madre di Brad Pitt ha attaccato pubblicamente l’attrice definendola una donna “crudele e manipolatrice”  che ha distrutto la vita del figlio. 

Gossip a parte, la simpatica vicenda che sta rimbalzando sui media d’Oltreoceano, non ha niente a che vedere con le vicende sentimentali della coppia Brangelina, ancora alle prese con discussioni in merito al divorzio, dopo due anni dalla separazione.

Qualche mese fa, l’attrice è stata immortalata assieme a quattro dei suoi sei figli, Shiloh, Vivienne, Pax e Knox, in un dog park di Los Angeles a vendere dei biscotti per cani, dietro ad un banchetto, probabilmente di beneficenza.

“Non sono sicura del perché dio abbia scelto me per raccontare questa storia. Un paio di mesi fa, sono andata al dog park e ho visto la Jolie vendere biscotti biologici per cani”. Scrive una giovane ragazza di nome Sarah Ramos, pubblicando la fotografia su Instagram.

La Ramos ha poi precisato di non aver voluto diffondere subito la notizia, per rispetto della privacy della famiglia Jolie. 

 Ramos ha fatto finta di scattarsi un selfie, cercando di non farsi vedere dalla piccola famiglia. A quanto pare, non è passata inosservata, soprattutto da Shiloh che non si è lasciata ingannare.   

Non sorprende che la Jolie abbia intentato una piccola iniziativa di beneficenza, forse per dare esempio alla piccola ciurma di casa. 
L’interesse per gli animali della Jolie è spesso associato ad uno scopo umanitario. Nell’ottobre del 2017 la Jolie ha inaugurato un santuario di animali in Namibia, nel sud-ovest africano, per dare riparo ad elefanti e rinoceronti feriti o rimasti orfani. Un’area naturale protetta, battezzata come The Shiloh Wildlife Sanctuary, in onore a Shiloh, nata proprio in Namibia.
La domanda sorge spontanea. A chi erano destinati i soldi raccolti al banchetto di beneficenza?  Per la scuola?

Ecco il post: 

C.D. 
Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI