Home News Animali, gli orrori del mercato della carne di cane in Vietnam

Animali, gli orrori del mercato della carne di cane in Vietnam

CONDIVIDI
carne di cane
Mercato carne di cane in Vietnam

Immagini shock di un mercato di carne di cane in Vietnam

Un attivista anonimo che si batte per la tutela dei diritti degli animali ha documentato l’orrore quotidiano in un mercato di carne di cane nel villaggio di Vườn Quốc Gia Bạch Mã in Vientam. Le immagini sono state anche riprese ad Hanoi in un altro mercato.

Lungo le strade, un via vai di persone che in bicicletta, in auto o con dei furgoni trasportano cani ammassati nelle gabbie per venderli come alimento.

Cani destinati a semplici cittadini o a ristoratori. Il loro destino è atroce e spesso vengono scuoiati e bolliti vivi. Far soffrire l’animale prima di ucciderlo è una tradizione orrenda che renderebbe più gustosa la carne di cane.

La carne di cane, ricorda the Sun, è apprezzata in tutto il sud est asiatico per le sue qualità e contribuirebbe ad aumentare la libido maschile.

Cani randagi, esemplari rubati davanti alla porta di casa. Un mercato non regolamentato e spesso illecito. Negli ultimi anni sono aumentate le proteste degli animalisti che tentano di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sofferenza di questi animali.

Michele Brown, amministratore delegato della cooperativa Fight Dog Meat, ha spiegato che si tratta di una battaglia difficile. “Molti ritengono che la carne di cane aumenti la libido di un uomo, allievi i dolori articolari e che guarisca le malattie. Ma niente di tutto ciò è scientificamente provato”, ha dichiarato Brown.

Furti di cani e aumento del consumo della carne di cane

Una carne che deve essere dura, a differenza della carne che in occidente deve essere tenera. Per questo i cani vengono terrorizzati, in modo da mettere in circolo l’adrenalina che renderebbe più gustosa la loro carne.

Secondo alcuni dati, in Vietnam ben cinque milioni di cani, tra i quali molti rubati, sono destinati al commercio alimentare ogni anno. Inoltre, proprio ad Hanoi sarebbe aumentato il numero di ristoranti che servono nel menu carne di cane. Un consumo in aumento grazie al commercio illecito e ai furti degli animali domestici.

Solo dopo due anni, l’attivista che ha filmato le scene nel 2016, ha avuto il coraggio di diffondere il video all’organizzazione animalista australiana Fight Dog Meat. L’uomo ha raccontato di essere rimasto inorridito quando ha visto passare un furgone con i cani ammassati nelle gabbie. “Ho sentito i loro lamenti. Ancora oggi mi perseguitano”.

Modalità brutali alle quali vengono sottoposti gli animali. Prelevati dalle loro abitazioni, tramortiti o avvelenati, i cani vengono riempiti di acqua per aumentare il loro peso. Un costume che venne documentato da un altro video che testimoniava l’usanza di “pompare i cani di acqua” per venderli in base al loro peso.

Fight Dog Meat si batte affinché i governi asiatici vietino questo consumo e questi orrori. In nessun caso, il benessere dell’animale viene tutelato.

C.D.

+++IMMAGINI SCONSIGLIATE A PERSONE SENSIBILI+++