Home News Animali usati in rituali voodoo, i resti su una pista ciclabile frequentata...

Animali usati in rituali voodoo, i resti su una pista ciclabile frequentata da bambini

CONDIVIDI
animali rituali magia
Animali usati in rituali

Lungo una pista ciclabile che viene frequentata ogni giorno da dei bambini sono stati individuati i resti di poveri animali usati in dei riti voodoo.

Nel comune toscano di Montale, situato in provincia di Pistoia, è stato effettuato un ritrovamento decisamente macabro. Alcune persone hanno segnalato infatti la presenza di diversi resti di animali morti. Con tutta probabilità si tratta di esserini uccisi per qualcosa di inquietante. E non è tutto. Accanto alle carcasse ed ai corpi in via di decomposizione c’erano anche molte bottiglie di alcolici. Alla luce di quanto è stato possibile osservare, si ritiene che tutto ciò sia frutto di diversi rituali esoterici, magari voodoo. Verosimilmente il tutto potrebbe essere stato inscenato dalle cosiddette ‘maman’ proveniente dalla Nigeria, allo scopo di soggiogare le ragazze provenienti da quella parte del mondo.

Lì, come in diverse parti dell’Africa, sono molto radicate le credenze popolari che poggiano sulla superstizione e sul soprannaturale. E così, facendo leva su questo aspetto, i malintenzionati se ne servono per costringere le giovanissime loro connazionali a sottostare alle loro volontà. Molto spesso, per quanto sia assurdo e difficile da credere, è proprio così che tante ragazze si avviano a diventare delle prostitute. I residenti della zona confermano che quella parte di Montale è molto frequentata soprattutto di notte proprio per questo motivo.

Rituali con animali, una prassi purtroppo ben diffusa

La stessa cosa è accaduta il mese scorso sul litorale romano. Poco prima di Ferragosto ad Ostia, località di mare molto frequentata nel Lazio, erano stati trovati i resti di un gallo, un capretto ed un’oca. Tutti e tre gli animali erano stati sgozzati. Ma viene difficile pensare che il tutto possa essere accaduto per ‘divertimento’, anche se l’idiozia umana non ha limiti purtroppo. Più facile pensare che c’entrino invece dei rituali macabri.

Ferma condanna è giunta da numerosi esponenti dei diritti degli animali. Anche in questo caso è probabile che c’entrino persone implicate nella malavita nigeriana. La testa di gallo ad esempio è proprio un simbolo molto ricorrente nei rituali di quel Paese. Mentre la testa dell’oca è simbolo di protezione domestica e la testa di capra rappresenta la fertilità.

A.P.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.