Home News Asse piena di chiodi trovata in area cani, l’emergenza non ferma i...

Asse piena di chiodi trovata in area cani, l’emergenza non ferma i malfattori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42
CONDIVIDI

L’emergenza Coronavirus in Italia non ha fermato i malintenzionati, un’asse piena di chiodi è stata trovata in un’area cani.

asse chiodi area cani
L’asse di chiodi ritrovata in un’area cani (Foto Facebook @Samuele Piscina)

Nonostante l’invito del presidente Conte a restare a casa molte persone non lo fanno per puro egoismo personale nel continuare la loro vita quotidiana, altri ancora invece per commettere dei reati.

Asse piena di chiodi trovata in area cani, l’emergenza Coronavirus non ferma i malfattori

area cani
Area cani (Foto di pubblico dominio)

Questo è accaduto ad esempio a Milano, dove qualcuno ha deciso di lasciare una trappola per i cani. In questo caso non si tratta di bocconcini di carne o di wurstel con all’interno chiodi o carne avvelenata ma di qualcosa di inedito. Nel quartiere Adriano, nell’area per cani di via San Mamete, è stato ritrovato un pezzo di legno con dei chiodi, dipinto anche di verde per camuffarsi con l’erba.

In un giardinetto poco lontano sono stati trovati anche dei vetri rotti, anche se non si sa se lasciati da qualche incivile che aveva bevuto o più probabilmente anche questi con un intento a dannoso nei confronti degli animali.

La notizia è stata data dal Presidente di Municipio milanese Samuele Piscina in un comunicato stampa pubblicato sulla sua pagina Facebook. Come ammesso dallo stesso assessore la mancanza di vigili per strada ha favorito questo atto doloso.

Samuele Piscina ha poi avvisato di aver già contattato la polizia locale e gli altri organi competenti per indagare su questa vicenda. «I nuovi ritrovamenti in questo periodo, dove diventa complicato uscire di casa anche per andare in farmacia o dal veterinario, mi preoccupano seriamente“ ha scritto nel comunicato stampa.

Il Presidente del 2° Municipio di Milano ha fatto presente la disgiunzione tra quanto disposto dal Comune di Milano che ha lasciato aperte le aree cani non interne a parchi o giardini recintati mentre la Regione Lombardia ha disposto la chiusura totale delle aree cani.

Potrebbero interessarti anche:

Teresa Franco