Home News In aumento i proprietari che avvelenano senza volerlo i loro animali

In aumento i proprietari che avvelenano senza volerlo i loro animali

Sono in aumento i casi di proprietari che avvelenano per sbaglio i propri animali domestici: ecco come causano questo avvelenamento.

proprietari avvelenano animali
Sono in aumento i casi di proprietari che avvelenano per sbaglio i propri animali domestici: ecco come (Foto Pixabay)

Il servizio di informazione sui veleni veterinari nel Regno Unito riceve 12.000 chiamate all’anno, soprattutto nei fine settimana quando il costo delle prestazioni dei veterinari può essere più elevato, ma il nostro Paese non è immune da casi simili. Cosa fanno i proprietari che porta i loro animali domestici a rischiare la vita?

In aumento i proprietari che avvelenano senza volerlo i loro animali domestici: ecco cosa causa questo avvelenamento

avvelenamento cani gatti rimedi fai da te
L’avvelenamento di cani e gatti causato da rimedi fai da te: i più comuni (Foto Pixabay)

Gli animali domestici vengono involontariamente avvelenati e uccisi dai proprietari che cercano di curarli senza consultare un veterinario. Associazioni che si occupano di animali e veterinari riportano un aumento di casi di avvelenamento di animali domestici negli ultimi sei anni a causa di farmaci per umani e di rimedi trovati su internet.

Gatti e cani hanno manifestato insufficienza renale ed epatica dopo aver ricevuto ibuprofene o paracetamolo per curare le loro distorsioni mentre il trattamento per le pulci dei cani da banco contenente permetrina può causare gravi problemi cerebrali nei gatti.

Il capo del VPIS, Nicola Robinson, ha dichiarato: “Le persone danno al loro animale domestico qualcosa pensando di risparmiare denaro, poi si rendono conto di aver peggiorato le cose e le fatture veterinarie saranno molto più elevate. I proprietari potrebbero anche perdere il loro amato animale domestico.

Robinson ha fornito un esempio di come l’uso di olio di tea tree concentrato sui cani possa causare paralisi e convulsioni. Ha detto: “Fortunatamente è reversibile. ”

La British Veterinary Association ha interrogato 500 veterinari e ha scoperto che un numero crescente di proprietari aveva cercato di curare, senza consultarli, i propri animali dal 2014. Tre veterinari su quattro hanno dichiarato che a causa di questo comportamento gli animali domestici sono stati portati da loro più tardi di quando sarebbe stato necessario. E il 97% dei veterinari ha accusato Internet per questo.

Un veterinario ha detto che un cucciolo di 12 settimane di un cliente ha mangiato un pezzo di aglio dal pavimento e che lui ha tentanto di far vomitare il cane con il sale dopo aver letto questo rimedio su Internet. Dopo tre cucchiaini di sale il cane non è riuscito a vomitare e ha avuto bisogno di cure di emergenza per avvelenamento da sale.

Potrebbero interessarti anche:

T. F.