Home News Avvistato uno squalo dalle fattezze orrende: ecco cos’era

Avvistato uno squalo dalle fattezze orrende: ecco cos’era

CONDIVIDI
Lo squalo albino (CC-BY-2.0)

L’avvistamento e la cattura sono stati fatti da un gruppo di pescatori a Los Cabos, Messico. Un misterioso squalo è apparso davanti a loro mentre erano sulla loro barca di pesca turismo. La creatura era davvero orrenda, gonfia, rosa ed è stata ribattezzata Pesce alieno. In seguito si è scoperto di essere davanti a uno squalo albino e ciò non ha reso meno spaventosa la cosa. Jamie Rendon del Pisces Sportfishing Fleet si è detto “davvero sorpreso quando ho visto questa creatura mostruosa ma, devo ammetterlo, la cosa che mi ha fatto più impressione, sono stati gli occhi, così strani”. Poi ha aggiunto una descrizione: “Pelle ruvida, 3 file di dentini piccolissimi, due occhi enormi, posizionati ai due lati della testa”.

Spiega David Ebert, direttore del Pacific Shark Research Center: “Questo particolare tipo di squalo è rarissimo da trovare. Si tratta di uno squalo albino, una cosa davvero anomala. Questo tra l’altro è pericoloso perché quando le persone che sono in mare incontrano un pesce di questo tipo, non pensano si tratti di uno squalo e lo avvicinano. E sbagliano”. Le immagini che mostrano la cattura dello squalo sulla barca da pesca sono davvero sconcertanti. Il mammifero – il cui nome scientifico è Cephaloscyllium ventriosum – è stato rigettato nell’oceano. Di solito, questi squali incontrano un essere umano e restano fermi, ma se si sentono in pericolo, si gonfiano fino a raggiungere il doppio delle loro dimensioni.

Le immagini della cattura

L’avvistamento di Deep Blue

Due anni fa, avvenne lo straordinario avvistamento dello squalo leggendario, noto nel mondo dei subacquei come “Deep blue” (profondo blu): si tratta di un esemplare femmina di squalo bianco che arriva a 6 metri di lunghezza e che secondo gli esperti avrebbe almeno 50 anni.

Grazie al ricercatore Mauricio Hoyos Padilla, Deep Blue è stata di nuovo filmata nei pressi dell’isola di Guadalupe dove vive nel mar dei Caraibi. In questo video diffuso lo scorso 10 giugno, si vede lo squalo aggirarsi attorno ad una gabbia nella quale vi è un sub che esce dalla gabbia e riesce addirittura ad accarezzare Deep Blue.

La storia dello squalo Mary Lee

Nelle scorse settimane, invece, è diventata una vera e propria star Mary Lee. Si tratta di un pescecane femmina, appartenente alla specie degli squali bianchi, che da un pò di tempo bazzica le coste dell’America Orientale, facendosi vedere principalmente in Florida. E questo ha causato un improvviso boom tra i locali, che hanno riscoperto un amore insolito ed inusuale per gli squali.

Di Mary Lee già si parlava nel 2012, anno un cui venne catturata dagli operatori di ‘Oceareach’, un’associazione animalista che ha come scopo principale quella di preservare la tutela dell’ambiente marino. In seguito le fu installato un microchip per seguirne gli spostamenti in acqua, e Mary Lee venne liberata.

GM