Home News Una ricerca svela come le balene usino reti per catturare le prede...

Una ricerca svela come le balene usino reti per catturare le prede (VIDEO)

CONDIVIDI

Le balene sembrano aver appreso una tecnica di caccia straordinaria, con le reti: il video la documenta grazie a fotocamere e droni.

balene reti
Incredibile tecnica di caccia cooperativa delle balene megattere

Sapevi che alcuni cetacei usano delle “reti” per catturare il loro cibo? Questo è il caso delle megattere. Questi cetacei si tuffano e nuotano, soffiando bolle mentre si muovono in questo modo, per formare una rete circolare di bolle intorno alla loro preda. Questo anello di bolle forma una colonna che intrappola i crostacei, permettendo ad altre balene del gruppo di nuotare dal basso, a bocca aperta, in questa area e mangiare.

È una cosa assolutamente affascinante e bellissima da guardare – e gli scienziati l’hanno immortalata. Il filmato dei droni mostra, con una straordinaria vista dall’alto, una coppia di megattere ( il cui nome scientifico è Megaptera novaeangliae ) che crea le reti a bolle. I biologi marini dell’Università delle Hawaii a Mānoa hanno anche fissato telecamere e sensori sulle balene, usando delle ventose, per raccogliere una vasta gamma di dati su questo comportamento affascinante.

Una ricerca svela come le balene usino reti per catturare le prede (VIDEO)

Per scoprire come le balene usano questa tecnica di caccia per mangiare a sufficienza, i ricercatori hanno visionato i filmati delle telecamere e degli accelerometri fissati sulle balene e hanno visto i video dei droni che le seguivano dall’alto.

“Abbiamo due angolazioni. La prospettiva del drone ci mostra queste reti a bolle, come le bolle iniziano a venire in superficie e come gli animali salgono attraverso la rete a bolle mentre queste affiorano, mentre le telecamere sulle balene ci mostra tutto questo dalla prospettiva dell’animale “, ha affermato il biologo marino Lars Bejder del programma di ricerca sui mammiferi marini dell’università. “La sovrapposizione di questi due set di dati è piuttosto interessante”.

Le megattere migratrici visitano l’Alaska per nutrirsi durante l’estate, prima di tornare nelle acque più calde intorno alle Hawaii per l’inverno, dove si riprodurranno e alleveranno i loro cuccioli. Durante questo periodo di riproduzione le balene non mangiano molto e devono fare scorta di enormi riserve di krill dell’Alaska per sopravvivere in questo periodo dispendioso in termini di energia.

L’aspetto affascinante dell’alimentazione “a bolle” è che sembra essere un comportamento appreso. Non tutte le megattere cacciano in questo modo, e quelle che lo fanno possono avere tecniche diverse. È anche cooperativo, con le balene che lavorano insieme per assicurarsi che tutti i membri del gruppo vengano nutriti. Abbiamo anche visto le balenottere di Bryde ( Balaenoptera edeni ) nutrirsi in questo modo.

I delfini tursiopi o dal naso a bottiglia (genere Tursiops ), al largo della costa della Florida, usano una simile tecnica di caccia cooperativa che sfrutta degli anelli di fango. I delfini costringono dei branchi di pesce all’interno di anelli di fango sollevato e riescono a catturarli o all’interno di questa rete o quando i pesci cercano di scappare e saltano fuori dall’acqua (continua dopo il video).

Il numero di balene megattere è aumentato dopo un divieto di caccia commerciale alle balene del 1985 ma negli ultimi cinque anni si è registrato un sostanziale declino degli avvistamenti di questi cetacei. Questa ricerca sulle tecniche di alimentazione di queste balene fa parte di un tentativo di capire perché ciò potrebbe essere accaduto. Le potenziali cause di questa nuova diminuzione del numero delle megattere sono gli impatti antropogenici sul loro habitat, il degrado climatico e i cambiamenti avvenuti tra le specie di cui si nutrono.

“Il filmato è piuttosto innovativo”, ha detto Bejder . “Stiamo osservando come questi animali stanno manipolando la loro preda e preparandola per la cattura. Il filmato ci sta permettendo di avere nuove intuizioni che non siamo stati in grado di avere prima.”

Potrebbe interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI