Home News Bambino autistico ritrova il sonno grazie ad uno splendido labrador

Bambino autistico ritrova il sonno grazie ad uno splendido labrador

CONDIVIDI
@screen shot youtube
@screen shot youtube

A volte basta poco, un linguaggio diverso che si basa nello scambio reciproco che potrebbe risiedere in altre frequenze. Ecco perché la medicina attuale si sta sempre più rivolgendo a forme di terapia assistita con gli animali, un percorso terapeutico che viene seguito in dei centri specializzati e che per alcune patologie si basa sul rapporto con l’animale. Un affiancamento che aiuta a curare molte patologie come l’autismo, l’ansia e l’iperattivismo che ha avuto successi nelle sue applicazioni.

Abbiamo raccontato molte storie di bambini affetti da autismo che ritrovano il contatto con il mondo esteriore grazie all’interazione con un animale, come nel caso di Iris e la sua gatta.

Storie commuovente che in realtà fanno parte del quotidiano per molte famiglie che scoprono l’apporto benefico di un animale sulla salute psico-fisica. Tra queste vi è la storia di Tupper Dunlop, un bambino residente a Winnipeg, in Canada, affetto di autismo e fin da quando ha due anni, Tupper non vuole il contatto visivo, non risponde al suo nome né comunica con le persone.

Una situazione aggravata dal fatto che Tupper non riusciva a dormire oltre 45 minuti di seguito, per un totale di 5-6 ore al giorno. Il bambino si sveglia di continuo con attacchi di panico, urlando e angosciato. Lo scorso anno, i genitori di Tupper hanno deciso di introdurre un cane guida, di nome Lego, un bellissimo labrador biondo molto affettuoso che, da quando è arrivato in famiglia, Tupper ha ripreso a dormire.

“Lego ha un grande effetto calmante su nostro figlio”, ha dichiarato la madre del bambino Nancy Dunlop alla rete tv Cbs.

Adesso, il bambino riesce a dormire più a lungo fino a 9-10 ore al giorno e caratterialmente è diventato più malleabile e calmo. Lego è stato addestrato per portare un gioco quando Tupper è in preda ad una crisi e questo aiuta il bambino a distrarsi, coinvolgendolo in un’attività. Immagine straordinarie, condivise tramite un piccolo montaggio video su youtube, mostrano l’entità di questo rapporto e il bellissimo apporto di un cane eccezionale che resta sempre al fianco di Tupper, sempre a contatto con il bambino come se volesse fermare quel mondo di angosce che lo tengono prigioniero. La storia di queste due dolci creature e di questo legame è raccontata quotidianamente su una pagina facebook Adventures of Tupper and Lego,(Le avventure di Tupper e Lego): un messaggio di speranza e di amore.