Home News Blocca l’autostrada per salvare un cucciolo di gatto

Blocca l’autostrada per salvare un cucciolo di gatto

CONDIVIDI

contenuto 100% originale

In alcune stagioni come la primavera, è più frequente che gli animali siano vittime della strada. Purtroppo non tutti i conducenti hanno l’accortezza di assumere alcuni comportamenti per prevenire incidenti, evitando di investire una bestiolina indifesa anche se a volte si tratta davvero di un evento inevitabile. Soccorrere un animali investito sarebbe obbligo del conducente. Nella maggior parte dei casi, più che “codice stradale” questa regola sembra piuttosto un sogno ad occhi aperti.

Tuttavia, nel mondo ci sono persone meravigliose che per molti potrebbero risultare eccentriche perché le possiamo trovare al bordo di una strada mentre spostano la carcassa ormai priva di vita di un esserino colpito da un mezzo. Anime pure che agiscono amorevolmente e non riescono a rimanere indifferenti, rispettando anche nella morte un animale.

In questo scenario, non possiamo non pensare ai salvataggi estremi e ai video diventati virali in reti di persone che fanno l’impossibile per mettere in sicurezza un animale finito sulla carreggiata di una strada. Gesti eroici che commuovono nella maggior parte dei casi.

Al centro di una di queste straordinarie avventure, vi è un giovane uomo di nome Tucker Fisher che ha raccontato la sua storia a lovemeow. Fischer è un amante dei gatti. Un giorno si è trovato a percorrere un’autostrada dove ad un certo punto ha visto il corpicino di un cucciolo di gatto, intrappolato nel guardrail di divisione delle corsie. L’animale sembrava morto se non fosse che ad un tratto ha mosso la testolina. Fisher a quel punto non ha esitato un istante e rischiando la propria vita ha fatto di tutto per salvare quella del piccolo felino domestico, arrivando addirittura a bloccare l’autostrada.

“Non c’era nessuno dietro di me e allora mi sono fermato di traverso per evitare il transito di altri veicoli che potevano sopraggiungere”, ricorda Fisher.

Il gatto tremava ma quando Fisher lo ha preso tra le sue mani si è leggermente calmato e ha iniziato a miagolare.

Quella piccola creature era ancora in vita e nonostante fosse stato probabilmente colpito da un mezzo non aveva riportato una ferita grave. Era semplicemente rimasto stordito.

“L’ho portato a casa e gli ho dato da mangiare”, ricorda ancora il giovane ragazzo, spiegando che si trattava di una cucciola di pochi mesi che ha poi deciso di adottare e chiamato Ivy.

La piccola micia si è subito ambientata e dopo qualche giorno, per non farla sentire sola, Fisher ha portato a casa un altro cucciolo con il quale la dolce Ivy ha subito legato.

E’ facile cambiare il destino ad un piccolo essere. Tutto è possibile se si agisce con il cuore: anche bloccare un’autostrada per salvare un cucciolo.

C.D.