Home News Boxer in fuga nella metropolitana: viene tratto in salvo

Boxer in fuga nella metropolitana: viene tratto in salvo

CONDIVIDI
Il boxer salvato nella metropolitana

Anche se si tratta di episodi rari, può capitare che un cane si trovi in difficoltà all’interno delle linee metropolitane delle grandi città. A metà del mese di luglio era accaduto a Roma. Gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti hanno recuperato un cane che era finito sui binari. Questi era così stato salvato dal rischio di poter finire investito da uno dei convogli che ogni pochi minuti transitano sui binari. Si trattava di un meticcio di piccola taglia, finito chissà come lungo un tratto della linea B all’altezza della stazione Jonio.

Il rischio di essere messo sotto da un treno che circolava ad alta velocità era decisamente più che concreto, ma per fortuna i poliziotti sono intervenuti ben presto, dopo aver ricevuto delle segnalazioni da alcuni passanti. Ma anche nelle capitali di città dall’altra parte del mondo si registrano praticamente ogni giorno. Siamo a Città del Messico e le immagini di un povero boxer recuperato nella linea B della metropolitana sono divenute virali.

A portarlo in salvo ci ha pensato il personale della Metro Transportation System. Il boxer si trovava in difficoltà e aveva iniziato a correre tra le persone e sui binari con il rischio di provocare incidenti. Quando finalmente è stato messo in sicurezza, è stato portato in un centro veterinario. Qui si è fatta una valutazione medica, quindi è stato lanciato un appello affinché chi lo riconosca si faccia avanti.

Un precedente a Milano

In precedenza, un cane si è intrufolato nella metropolitana a Milano, finendo sui binari e mandando in tilt il traffico dei pendolari mattutini. Il cagnolino si è infilato sui binari e per poterlo recuperare, gli addetti hanno impiegato circa un’ora, in quanto vagava tra i tratti delle stazioni Porta Romana e Centrale, poi tra Maciachini e Repubblica. Alla fine, come riportano i quotidiani locali, quel piccolo meticcio è stato recuperato dal personale addetto dell’Atm è riuscito a recuperare l’animale.

Un altro caso simile è accaduto nella metropolitana di Mosca dove una cagnolina nel dicembre 2016 ha partorito nei vagoni del treno. Quello che accomuna i due fatti è l’umanità dimostrata da parte del personale nei riguardi di un altro essere vivente.

 

GM