Home News Cacciatori risvegliano orsi dal letargo per farli sbranare dai cani

Cacciatori risvegliano orsi dal letargo per farli sbranare dai cani

CONDIVIDI
crudeltà caccia
Orso sbranato dai cani

Stanano gli orsi dal letargo e li fanno sbranare dai cani

Compivano battute di caccia raccapriccianti, stanando gli orsi in letargo nelle loro tane per poi farli sbranare dai cani. Nove persone, tra le quali uomini e donne di età compesa tra i 25 e i 45 anni, sono state denunciate per attività illegale di caccia.

I video delle battute di caccia e le fotografie dei trofei venivano poi pubblicati in rete dagli stessi cacciatori per vantarsi.

Un metodo illegale e crudele utilizzato per uccidere gli orsi neri, una specie per di più protetta in Florida.

Dopo aver individuato i video in rete, sono scattate le indagini da parte della polizia locale durate un anno.

Alla fine i cacciatori sono stati individuati e fermati con l’accusa di caccia illegale e crudeltà nei riguardi degli animali.

Inoltre, le autorità hanno sequestrato ben 53 cani che i cacciatori stavano addestrando per la caccia all’orso.

I colpevoli rischiano ben 30 anni di carcere se tutti i reati commessi saranno riconosciuti dalla Corte. I nove indagati dovranno infatti rispondere dell’accusa di crudeltà e uccisione di animali, trappole e caccia illegale ma anche della violazione della legge RICO (Rackeeter Influenced and Corrupt Organization) ovvero di organizzazione criminale.

Il procuratore generale della Florida Pam Bondi ha commentato “questa non è caccia, questo non è uno sport, si tratta invece di crudeltà verso gli animali, il peggio del peggio. Oltre al profitto, ritengo che si sia trattato soprattutto di appagare un loro piacere malsano”.

Ecco una delle battute di caccia (+++immagini non adatte a persone sensibili+++)

Leggi anche–> Crudeltà animali: cacciatori uccidono mamma orsa e i suoi due cuccioli nella tana

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI