Home News Cagnolina abbandonata in aeroporto non regge al trauma e muore

Cagnolina abbandonata in aeroporto non regge al trauma e muore

CONDIVIDI
Cagnolina abbandonata
@Facebook

Una cagnolina abbandonata dal suo proprietario ha commosso il mondo intero. La sua storia ha fatto il giro del web e tutti ne sono venuti a conoscenza. L’epilogo della vicenda è davvero tanto triste: infatti la quattrozampe è morta di crepacuore, non essendo riuscita a reggere al trauma. L’animale in questione era stata trovata da alcuni inservienti di un aeroporto, che l’hanno chiamata Nube Viajera, Nuvola Viaggiatrice. Era stata lasciata in totale solitudine allo scalo di Bucaramanga, una località della Colombia. Anche diversi passeggeri si erano preoccupati per lei, oltre agli addetti ai lavori. Sono stati i lavoratori dell’aeroporto a capire la dinamica del fatto relativa alla povera cagnolina abbandonata, e subito hanno provato a farla stare meglio, dandole del cibo e coccolandola. Ma Nuvola Viaggiatrice era caduta in preda ad una profonda depressione tale da indurla a rifiutare di mangiare. Anche la visita da un veterinario è stata inutile.

Il dottore ha tentato di alimentarla attraverso una flebo, senza successo. La cagnolina abbandonata aveva atteso invano il ritorno del suo vecchio padrone per addirittura un mese, poi però è morta. E tutto è accaduto in maniera inequivocabile, a causa del dolore e dello shock da abbandono provato. Alcuni dipendenti dell’aeroporto hanno affermato che dall’atteggiamento dell’animale era chiaro che stesse aspettando con impazienza qualcuno. Questa storia è stata utilizzata anche per sensibilizzare l’opinione pubblica sul non abbandonare gli animali, per non dare adito ad eventi simili. Se proprio ci si rende conto di non potere o volere più prendersi cura di un animale domestico, che ci si rivolga a canali leciti in grado di indurre nell’essere in questione il minor impatto emotivo possibile.

Cagnolina abbandonata, tante altre sono le tristi storie come questa

Un’altra straziante vicenda ha visto come sfortunata protagonista una Pit Bull femmina. Una bella cagnolina dallo sguardo dolcissimo, che aveva appena finito di allattare i suoi cuccioli dati al mondo da appena qualche settimana. Subito dopo è stata portata in canile, e gli inservienti della struttura avevano capito facilmente cosa era successo, e tutto il dolore e la sofferenza per il distacco dai piccoli che l’animale trasmetteva.

 

A.P.