Home News Caldo: Ministero della salute vieta il trasporto di animali sopra ai 30°

Caldo: Ministero della salute vieta il trasporto di animali sopra ai 30°

CONDIVIDI

Divieto trasporto animali vivi con il caldo estremo e temperature al sopra ai 30°

caldo trasporto animali vivi
Divieto trasporto animali vivi con il caldo

Il caldo sta mettendo a dura prova non solo la penisola ma molti paesi europei.

Dopo il divieto di trasporto animali vivi in Francia disposto dal ministero dell’Agricoltura francese per far fronte all’ondata di caldo che grava sul benessere degli animali destinati al macello, lo stop arriva anche in Italia.

–> Caldo torrido: la Francia sospende il trasporto animali vivi

E’ quanto ha stabilito il ministero della salute che ha imposto di divieto trasporto di animali vivi con temperature al di sopra dei 30°.

“Qualora le temperature lungo il tragitto e in partenza dall’Italia, fossero superiori ai 30 gradi, i trasporti non devono essere autorizzati”. Ha deciso il ministero della salute in una nota firmata dal Direttore Generale Silvio Borrello sollecitato dalla Lav che aveva richiesto al Ministro Giulia Grillo uno “stop almeno nel periodo estivo dei trasporti a fini zootecnici su lunghe distanze, nei quali vengono impiegati decine di migliaia di animali ogni giorno”.

“La decisione del Ministero è parziale ma importante per limitare le sofferenze degli animali nei camion su strade e autostrade, ed è basata sui rapporti della Federazione Europea dei Veterinari e della Direzione Generale Sanità della Commissione Europea che hanno portato a decidere restrizioni nei trasporti anche in Germania, Austria, Ungheria e Repubblica Ceca a seguito della grande ondata di caldo”, scrive la Lav in un comunicato.

L’associazione animalista ha pertanto invitato “le Forze di Polizia e ai Servizi veterinari di controllare il rispetto di questa disposizione poiché ogni trasgressione configurerebbe il reato di maltrattamento perseguibile in base al Codice penale”-

Inoltre, prosegue la Lav “altro aspetto importante è che la massima autorità veterinaria pubblica del nostro Paese, fissando questo principio dei 30 gradi di temperature, fornisce la migliore risposta tecnica possibile al TAR del Lazio che l’altro ieri ha sospeso l’Ordinanza della Sindaca di Roma di divieto del traino delle botticelle per i cavalli, proprio con lo stesso limite di 30 gradi, fissato ora a livello nazionale per animali trasportati, e che non devono trasportare come quelli delle carrozzelle”.

–> Botticelle Roma: arriva il divieto transito nelle ore più calde. Vetturini in rivolta

Una questione di buon senso, civiltà e rispetto nei riguardi di animali allevati con l’unico scopo di essere poi abbattuti.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.