Home News California: primo Stato americano che vieta vendita di pellicce e animali nei...

California: primo Stato americano che vieta vendita di pellicce e animali nei circhi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

La California vieta la vendita delle pellicce e gli animali nei circhi

Il governatore della California, Gavin Newsom, ha firmato la legge AB-44 con la quale vieta la produzione e la vendita di abiti o accessori con pellicce animali. Inoltre, lo Stato della California ha anche vietato lo sfruttamento degli animali nei circhi.

Dopo San Francisco che dal gennaio del 2019 aveva messo al bando prodotti contenenti pellicce, la California diventa lo stato più progressista del paese.

–> San Francisco vieta la vendita di pellicce: un provvedimento storico

La legge entrerà in vigore nel 2023. E’ prevista una multa di 500 dollari per ogni capo d’abbigliamento  fino a 1000 dollari a capo se viene perpetrata tale violazione.

“La California è leader in materia di welfare animale e da oggi questo ruolo comprende anche il divieto alla vendita di pellicce”, ha commentato il governatore.

La legge prevede alcune eccezioni. Ovvero sarà possibile continuare a commerciare pellicce usate, pellicce sintetiche, abiti in pelle o cuoio, animali impagliati e pelli di cervo, pecora e capra. Così come è concessa la vendita di pellicce usate dai nativi per motivi tribali o religiosi.

Le case di moda sono sempre più Free fur ovvero senza pellicce. Prada è tra gli ultimi marchi che hanno tolto le pellicce dalle collezioni.

Anni di lotte portati avanti da animalisti attivisti con delle performance estreme anche a ridosso o in occasione dell’apertura delle sfilate di alta moda. Alla fine, la protesta pacifica ha portato a maggiore sensibilità nei riguardi del tema e hanno un consapevolezza non solo degli stilisti ma anche dei consumatori.

Moda Milano: Daniela Martani Vs influencer che vestono pelle di animali

Molti paesi come hanno anche vietato gli allevamenti da pellicce come l’Olanda quelli del visone. Allevamenti crudeli nei quali animali selvatici crescono in delle gabbie per poi essere uccisi con modalità crudeli per non scalfire la pelliccia.

Olanda vieta allevamenti di visone: vittoria animalista

Anche in Italia, gli animalisti chiedono al Governo il divieto allevamenti da pellicce. Nel Bel paese   ci sono una ventina di allevamenti di visone tra Lombardia, Veneto o Emilia Romagna dove vengono prodotte ogni anno 170 mila pelli di visone laddove in Olanda, erano presenti oltre 200 allevamenti dove venivano allevati 5milioni di visoni all’anno.

Sempre in California, con la Legge SB13, proposta dal senatore di San Diego Ben Hueso, approvata dal governatore, lo Stato della California vieta anche l’esibizione di qualsiasi animale selvatico nei circhi. Potranno invece esibirsi animali domestici come gatti, cani e cavalli addomesticati.

“Stiamo facendo una dichiarazione al mondo intero: i meravigliosi animali selvatici, come orsi e tigri, non devono finire su un trapezio o a saltare attraverso le fiamme”, ha dichiarato il governatore Gavin Newsom, denunciando le pratiche crudeli utilizzate negli addestramenti per gli spettacoli circensi.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI