Home News Si credeva estinto: specie di camaleonte ricompare dopo 100 anni – VIDEO

Si credeva estinto: specie di camaleonte ricompare dopo 100 anni – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:49
CONDIVIDI

Quando meno ce lo aspettiamo la natura ci sorprendere: com’è stato per una specie di camaleonte tornato a far “visita” dopo 100 anni dalla sua sparizione, ormai si credeva istinto.

camaleonte 100 anni
Il camaleonte Voetlzkow, riapparso in un giardino di un hotel del Madagascar dopo oltre 100 anni (Screenshot Video YouTube)

Mai mettersi “contro” la natura. O meglio: contro le leggi che essa stessa possieda e che spesso ci lasciano a bocca aperta. Molti ci hanno insegnato, in modo del tutto errato, che la natura è un aspetto sul quale dobbiamo dominare. Niente di più sbagliato, la natura, almeno per i Greci, era, è e sempre sarà quello sfondo immutabile che nessun dio e nessun uomo fece.

A volte lo scordiamo totalmente, ma lei è sempre presente, pronta a ricordarci come vanno determinate cose nel corso della vita. Tutto ciò accade anche in ambito animale, una categoria, quella appunto degli animali, che spesso e volentieri non si comprende affatto perché non si ha il vero contatto con la natura.

Natura e animali, forse, o quasi sicuramente, sono molto più in simbiosi della coppia natura-uomo, per colpa nostra ovviamente. E quando diamo per scontato un evento, ecco che esso riappare, anche nell’incredulità degli scienziati e degli studiosi stessi. Com’è successo con una specie appartenente alla famiglia dei camaleonti, che è tornata a far visita sulla Terra dopo più di 100 anni, quando ormai sembrava scomparso, o meglio… estinto.

Il camaleonte Voeltzkow: i suoi lucenti colori davanti all’occhio umano dopo 100 anni

frank glaw
Frank Glaw, un ricercatore che assieme al suo team si occupava della ricerca del camaleonte in questione (Screenshot Video YouTube)

Mai perdere le speranze. O meglio: mai dare per scontato un evento “scomparso”, per poi dimenticarlo con la sua stessa storia. A volte ritornano, come le ex o gli ex, potremmo dire. Ma in questo caso parliamo della categoria animale, più precisamente del camaleonte Voeltzkow, che ha fatto ritorno dinanzi all’occhio dell’essere umano dopo oltre 100 anni.

La sua prima apparizione risale al 1893, mentre la sparizione nel 1913, quindi più di 100 anni, 107 per la precisione (quasi 108 con il 2020 che volge al termine). Esteticamente è una specie caratterizzata da alcuni dettagli bianchi e neri. Ma come qualunque camaleonte cambia i suoi colori a seconda dell’umore e dell’ambiente in cui si trova. E proprio d’ambiente dobbiamo parlare.

Continuava ad essere cercato in mezzo alle terre selvagge del Madagascar, con studiosi e scienziati convinti che in un qualsiasi momento avrebbero potuto trovare il bellissimo esemplare in questione. Niente da fare, fino ad un certo punto. O meglio: fino a quando non ha deciso di tornare a mostrarsi sotto gli occhi di tutti e nell’incredulità generale, in quello che si potrebbe definire un avvistamento di un’intera famiglia.

Quindici femmine e tre maschi “soggiornavano” tranquillamente nel giardino di un vecchio hotel di Mahajanga, nel nord-ovest del Madagascar. Nessuno si sarebbe mai aspettato questo avvistamento e poi ritrovamento, aspettato da tantissimi anni. La scoperta è stata portata avanti Frank Glaw e dal suo team, esperti nella ricerca del Dipartimento Vertebrati della Bavarian State Collection of Zoology, un grande centro di ricerca tedesco. Quest’ultimo ha commentato così la vicenda: “Eravamo esausti, le nostre ricerche non portavano quasi a nulla. Poi la scoperta nel giardino, che ha cambiato tutto e ci ha lasciato davvero felici e senza parole”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO: Il camaleonte morde: ecco perché lo fa e cosa fare a riguardo

Davide Garritano