Home News Cammina due giorni per tornare a casa della famiglia affidataria

Cammina due giorni per tornare a casa della famiglia affidataria

CONDIVIDI

hank

L’amore che provano i nostri 4zampe è incredibile e in pochissimo tempo si può creare un imprinting così forte che difficilmente potrà separare un cane dalla persona che ha scelto come compagno di vita.

E’ il caso di un cane di nome Hank salvato da un canile lo scorso 22 ottobre da una veterinaria di nome Rachel Kauffman di Memphis negli Stati Uniti che lo ha accolto nella sua casa, in attesa che Hank trovasse un padrone.

La veterinaria avendo già altri animali non poteva adottarlo. Dopo una settimana,  il cane è stato poi trasferito a casa di un altro affidatario che viveva in un altro quartiere della città. Ma un giorno, quando l’uomo è uscito di casa per lavoro, Hank è riuscito ad aprire la porta di casa e a scappare. Le ricerche di Hank sono scattate immediatamente dopo il ritorno dell’affidatario a casa. Il cane era scomparso. I volontari lo hanno cercato ovunque per strada, diffondendo messaggi anche sui social. A distanza di due giorni dalla scomparsa, un’amica della veterinaria, Nicole Douglas ha visto Hank davanti ad un negozio nei pressi dell’abitazione di Rachel che ha subito chiamata annunciando che “Sto seguendo Hank!”.

Il simpatico cane ha proseguito il suo cammino fino ad arrivare davanti al portico della sua amata Rachel: “Ha viaggiato 17 km per tornare da me… Non riesco a capire come abbia fatto così velocemente. Evidentemente era scritto nel destino che dovessimo tornare insieme!”, ha commentato la veterinaria, sostenendo che “a volte sono i cani a scegliere il loro essere umano, ed è quello che è successo in questo caso”.

Rachel ha ricordato di aver avuto un feeling immediato con Hank: “E’ una cosa che capita spesso quando si prende in affido un nuovo cane. Lui mi seguiva in giro, osservava tutto quello che facevo. Sapevo che era nato un buon legame, ma non pensavo che fosse così forte”.