Home News Cane accoltellato brutalmente: la proprietaria finisce nei guai

Cane accoltellato brutalmente: la proprietaria finisce nei guai

CONDIVIDI

Cane accoltellato brutalmente: la proprietaria finisce nei guai. Ha ammesso le sue responsabilità. Non sono chiare le ragioni del gesto orrendo.

cane accoltellato

Purtroppo gli episodi di brutalità nei confronti di animali ormai si susseguono con una sconcertante quotidianità. Appena qualche giorno fa, una terribile storia dal Canada. Infatti, gli investigatori della SPCA hanno sequestrato un cane emaciato e incatenato trovato in condizioni critiche. Il cane era tenuto a catena, tra sporcizia e feci. Il collare gli si era conficcato in gola e nonostante i tanti tentativi di salvarlo è deceduto. La ferita che si era procurato si stava cicatrizzando, ma era infetta. Questa vicenda testimonia – semmai ce ne fosse ancora bisogna – che l’uomo è troppo spesso terribilmente crudele verso quelli che dovrebbero essere i suoi migliori amici.

Dal Regno Unito, viene ora l’ennesima brutta vicenda. Una donna ha tagliato la gola al suo cane al termine di una serata di baldoria. La giovane è stata bandita dal possedere di nuovo un animale. L’episodio è riportato dal tabloid Metro. Shad’a McQueen ha aggredito il suo animale domestico, un bulldog, il 29 ottobre scorso, dopo una serata fuori a bere con un’ex fidanzata. La giovane donna è stata ascoltata questa settimana dalla Croydon Magistrates Court. La trentacinquenne armata di un coltello si è appoggiata al suo cagnolino nella sua casa di South Norwood, nel sud di Londra, accoltellandola più volte al corpo. La corte ha sentito come ha poi usato lo stesso coltello per tagliare la gola del cane.

Cane accoltellato brutalmente: la proprietaria ha ammesso le sue responsabilità

Ha poi chiamato la polizia e quando gli agenti sono arrivati, il cane femmina è stato trovato “vicino alla morte” ed è stato portato da un veterinario e immediatamente curato. La McQueen si è dichiarata colpevole di aver pugnalato il suo cane causando sofferenze inutili all’animale. Per questo ha passato un periodo di detenzione di quattro mesi, sospeso per 18 mesi. Le fu anche ordinato di fare 60 ore di lavoro non retribuito e fu bandita dal possedere animali per un periodo indefinito.

Il giudice Susan Holden ha detto alla McQueen che “nessun animale” dovrebbe essere costretto a “passare attraverso ciò a cui il tuo cane è stato sottoposto”. Ha aggiunto: “Questo è un caso profondamente angosciante. È chiaro che il tuo cane deve aver sofferto inutilmente”.

GM