Home News Cane amico di un cucciolo di giraffa

Cane amico di un cucciolo di giraffa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:42
CONDIVIDI

Una dolce amicizia nata tra un cane e un cucciolo di giraffa rimasto orfano e accolto presso al Santuario del Sud Africa Rhino Orphanage.

cane giraffa

Il cucciolo di giraffa, chiamato Jazz, è stato abbandonato dalla madre. Recuperato dai ranger e trasferito al santuario sudafricano Rhino Orphanage, nella provincia di Limpopo.

Nella struttura di recupero della fauna selvatica, Jazz ha stretto amicizia con un cane, Hunter. Il bellissimo esemplare di pastore belga, dopo qualche giorno dall’arrivo di Jazz non si è più allontanato dal cucciolo. Cane e giraffa hanno così formato una strana coppia entrata nel cuore di migliaia di persone in tutto il mondo, attraverso la rete e i teneri video pubblicati sulla pagina facebook del santuario.

“Jazz è arrivato qui che aveva circa due giorni di vita. Era stato abbandonato dalla madre ed era molto debole. Lo stiamo nutrendo con del latte, delle foglie e adesso, pian piano, sta iniziando a mangiare di più”, spiega racconta Janie Van Heerden, del Rhino Orphanage.

“Non poteva accadere qualcosa di più dolce e commovente”, ha commentato lo staffo del Rhino Orphanage.

Amicizia tra animali

cane giraffa
Un’amicizia particolare che purtroppo non durerà tutta la vita. Infatti, il personale del santuario, spera di poter rimettere in libertà il dolce Jazz tra qualche settimana.

Al momento il cucciolo di appena una settimana di vita è alimentato tramite un canale per reidratarlo e somministrargli alimenti necessari per la sua crescita. Le sue condizioni erano critiche considerando le carenze nutritive con le quali è arrivato al santuario dopo l’abbandono.

Il veterinario Pierre Bester che si sta prendendo cura di Jazz, il cucciolo ha raccontato che il cucciolo di giraffa è stato in coma per 18 ore dopo il suo arrivo al centro.

Dopo le flebo ha iniziato a dare segnali di ripresa.

“È riuscito a rialzarsi un paio di volte con l’aiuto del nostro staff. Era incerto sulle sue gambe.  Le giraffe sono note per questa difficoltà.  La loro altezza (circa 1,8 m) non semplifica le cose. Con l’esperienza abbiamo imparato dei piccoli trucchi per aiutarle”, prosegue il veterinario interpellato dai media.

Nell’arco di una settimana le condizioni di Jazz sono migliorate notevolmente tanto da far sperare allo staff di rimettere al più presto il cucciolo in libertà con il suo branco.

Sicuramente, per questi due nuovi amici, la separazione potrebbe essere difficile. Se Jazz resta troppo tempo con Hunter, probabilmente l’imprinting potrebbe essere irrecuperabile e mettere a repentaglio la vita della piccola giraffa che inizierebbe a fidarsi troppo dei cani.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI