Home News Angeli dei 4 Zampe Cane aspettava per giorni davanti una scuola qualcuno che lo aiutasse

Cane aspettava per giorni davanti una scuola qualcuno che lo aiutasse

CONDIVIDI
prendersi cura di un cane
Cane aspettava davanti alla scuola un aiuto

Ha aspettato per settimane che qualcuno lo aiutasse, davanti all’ingresso di una scuola

Per giorni ha aspettato che qualcuno si accorgesse di lui. si è avvicinato a quella scuola, forse quei bambini ricordavano la sua famiglia, momenti felici passati.

“Era seduto proprio fuori dalla porta principale quando mi ha visto ha iniziato a scodinzolare”. Caleb Schaffer, insegnante ad una scuola elemntare a Houston ha notato quel cane, al mattino presto. Lo ha accarezzato ed è poi entrato dentro la scuola.

Durante la mattinata di lavoro in classe, Schaffer aveva in testa quel povero esemplare. Appena ha avuto modo, nell’arco della ricreazione si è precipitato all’esterno per vedere se era ancora davanti all’ingresso. Il cane era sparito. L’insegnante ha poi saputo che qualcuno aveva chiamato il servizio municipale per il recupero di animali, ma a quanto pare non erano riusciti a prendere il cane.

Il giorno seguente, l’insegnante trovò di nuovo quel cane di fronte all’ingresso. “Era molto più felice di vedermi. Mi sono avvicinato e ho notato quanto la sua pelle fosse infetta e lo stava torturando. Mi sentivo male, non c’era niente che potessi fare prima di andare a scuola”. Rucorda l’insegnante.

In classe, ancora preoccupato per il cane, Schaffer chiese ai suoi alunni di aiutarlo a tenere d’occhio il cane. A fine lezione, il cane come suo solito era di nuovo sparito. L’insegnante lo cercò ovunque, ma era come svanito. Al terzo giorno, il cane era di nuovo accucciato sullo zerbino d’ingresso della scuola.

“Questa volta mi è corso incontro per salutarmi”. A quel punto, l’insegnante non ce l’ha fatta. Si è diretto verso la sua automobile, chiamando il cane a sé.

“Stavo cercando di attirarlo con il mio pranzo. Alla fine, sono riuscito a prenderlo e metterlo dentro la macchina”. L’uomo ha poi portato il cane a casa sua prima che iniziassero le lezioni, provvedendo a tenere al sicuro il cane.

aiutare un cane
Clive in auto

Il cane chiamato Clive aveva bisogno di cure. Dopo un giro di telefonate ai rifugi, senza trovare un supporto, l’insegnante ha deciso di portare il cane presso il canile per garantirgli le cure necessare. “Era davvero sofferente “, ricorda Schaffer che ha poi provveduto a diramare l’appello per il cane e avviando una raccolta fondi per le spese veterinarie.

L’insegnante sapeva di aver i giorni contati e che presto in canile, se Clive non veniva adottato, rischiava di essere inserito nella lista dei cani da sopprimere.

Alla fine, i volontari dell’associazione Lucky Lab Rescue and Adoption dopo aver visto l’appello per Clive si sono interessati alla sua storia e hanno deciso di aiutarlo, portandolo via in primo luogo dal canile dove rischiava la vita.

“Era così pieno di vita ed era molto amorevole. Sapevamo che era speciale”, dichiara Stephanie Broughton, della Lucky Lab Rescue and Adoption.

Fortunatamente, Clive ha anche trovato una famiglia adottiva. Justin Blackburn si è subito innamorato di lui.

“E’ perfetto. Lui è fantastico e si sta divertendo molto”, Ha affermato il padre adottivo di Clive.

adozione cane
Clive felice

Dal canto suo, Schaffer racconta sempre la storia di Clive ai suoi alunni per insegnare loro quanto sia importante prendersi cura degli animali domestici.

“Ci sono così tanti randagi ovunque. Mi ha dato l’opportunità di parlare di sterilizzazione, sterilizzazione, prevenzione di malattie pericolose e della realtà dei rifugi “, ha detto Schaffer.

C.D.