Home News Il cane assunto dall’ospedale per fare visita ai pazienti

Il cane assunto dall’ospedale per fare visita ai pazienti

Si chiama Shiloh ed è un cane assunto da un ospedale per fare visita ai pazienti ricoverati

cane assunto ospedale visita pazienti
Shiloh, il cane assunto dall’ospedale per fare visita ai pazienti (Foto Facebook)

Shiloh è un cucciolo di cane speciale: è stato assunto da un ospedale in Ohio per fare visita ai pazienti. E non solo a loro: il quattro zampe, infatti, porta gioia anche a medici e infermieri, soprattutto in questo periodo di pandemia che tutto il mondo sta purtroppo vivendo.

Shiloh, il cane assunto dall’ospedale: deve far visita ai pazienti

cane assunto ospedale visita pazienti
Shiloh con il suo badge (Foto Twitter)

La pet therapy in ospedale, si sa, è ormai una cura diffusa in tutto il mondo e consigliata da molti esperti: sono infatti tanti gli studi che dimostrano che la presenza dei cani nella vita degli esseri umani può ridurre i livelli di stress, di ansia e di solitudine. Insomma, più amici pelosi e meno farmaci per migliorare l’umore dei degenti.

Così la pensa anche il The Ohio State University Wexner Medical Center, nosocomio statunitense che ha pensato di adottare un cucciolo per aiutare i malati che soggiornano al suo interno. In questo modo le strade di Shiloh e dei medici si sono incontrate.

Il quattro zampe, infatti, è un simpatico golden retriever che ha iniziato a girovagare per le corsie della struttura. Il suo compito è quello di far visita ai pazienti, portando loro un po’ di calore e affetto. Così il cane fa anche con il personale sanitario, impegnato nella lotta contro il Covid-19. Un compito svolto così bene che Shiloh ha pure ricevuto un badge che è stato realizzato ad hoc dall’ospedale: c’è scritto il suo nome, seguito dalla parola «volontario», con tanto di logo e nome completo dell’ospedale.

Shiloh, un cucciolo che dimostra l’importanza della pet therapy

cane assunto ospedale pazienti
Shiloh tra i dottori (Foto Facebook)

Il cane ha un effetto positivo per la salute mentale dei pazienti e dei lavoratori. Mi stupisce che non siano molti di più gli ospedali ad averne uno“. Questo è uno dei tanti commenti arrivati sotto alcuni scatti di Shiloh, pubblicati da una dipendente della struttura sanitaria. Parole importanti a favore della pet therapy, qualcosa in grado di aiutare grandi e piccini, come dimostra questo video.

Parole che dimostrano quanto sia importante avere al proprio fianco un cucciolo che ci scaldi il cuore e che ci stia vicino nei momenti per noi più difficili. Qualcuno che ci dia la voglia di sorridere quando invece abbiamo perso ogni motivazione per farlo. Shiloh e i suoi simili sembrano bravissimi in questo: del resto, il cane continua ad essere il migliore amico dell’uomo.

Ti potrebbe interessare anche: Pet therapy per bambini: cos’è, come funziona e i suoi preziosi benefici

Matteo Simeone