Home News La mamma che si commuove guardando il figlio autistico con il cane

La mamma che si commuove guardando il figlio autistico con il cane

CONDIVIDI
cane-bambino
@Facebook/4 Paws For Ability, Kainoa e Tornado

La foto di un bambino affetto da autismo appoggiato al proprio cagnolone sta facendo il giro del web. L’immagine è stata postata dalla mamma del piccolo ed intende essere un omaggio all’animale, Tornado, fornito alla famiglia del bimbo da una ONG statunitense. La donna ha commentato commossa l’episodio, descrivendolo come la prima volta nella quale suo figlio ha avuto una interazione affettiva quando normalmente non sopporta essere toccato o vivere manifestazioni di questo tipo. Shanna, questo il nome della mamma, non può avere una vita normale con il piccolo Kainoa. A causa della patologia che lo ha colpito, il bambino infatti non può essere abbracciato o semplicemente vestito. Ma la presenza del cane in famiglia è riuscita a cambiare le cose, come riportato dal profilo facebook della ONG “Four Paw for Ability“, specializzata nel fornire agli animali una preparazione specifica che possa risultare di supporto a bambini ed anche persone adulte affette da disabilità di qualunque natura.
Questo cucciolone è stato sottoposto a due anni di apposito addestramento e la foto postata da mamma Shanna ha avuto migliaia di condivisioni e di “mi piace” e commenti positivi, e la storia del piccolo Kainoa ha entusiasmato il web. Shanna ha affermato: “Ho vissuto tanti momenti dolorosi per via di mio figlio. Non posso essere una mamma come le altre e per questo ho pianto tanto, ma questo episodio mi ha fatto vivere una emozione mai provata prima. E’ stato bellissimo. Grazie a Tornado so che il futuro sarà migliore”.

La terapia che prevede l’uso degli animali all’interno di un percorso di trattamento e di cura nella lotta a patologie e malattie anche gravi è un qualcosa che trova efficaci riscontri stando anche alla semplice constatazione di episodi che si sono avuti nel corso degli anni: è il caso del bambino autistico che è riuscito a trovare il sonno grazie al proprio Labrador o di Iris, per la quale l’aiuto della sua gattina è stato di importanza vitale.