Home News Cane ferito, l’hanno trovato con un elastico che gli incideva la pelle...

Cane ferito, l’hanno trovato con un elastico che gli incideva la pelle sul muso – FOTO

CONDIVIDI
cane ferito
Il cane ferito

Un cane ferito soffriva terribilmente per colpa di un elastico stretto attorno al suo muso. L’oggetto gli aveva causato una spaventosa, profondissima ferita.

Il 28 maggio scorso un uomo ha salvato un povero cane ferito nella località statunitense di Avon, nello stato del Mississippi. L’animaletto, una femmina di Yorkshire, aveva un elastico tutto attorno al musetto. Era come se si fosse cucito alla sua pelle, al punto che quando i veterinari glielo hanno tolto, l’oggetto ha scoperto una orribile cicatrice circolare. Chi ha fatto questo ha agito con estrema crudeltà, e probabilmente avrà trovato la cosa anche divertente. La cosa che costringeva il cane ferito a tenere la bocca ben chiusa era arrivata a toccare l’osso. Questo ha fatto si che quel povero, sfortunato quattrozampe non riuscisse nemmeno a bere od a mangiare a causa del forte dolore provato. Addirittura i suoi denti sono visibili anche quando la bocca resta chiusa. Manca parecchia parte di tessuto cutaneo. L’ufficio dello Sceriffo della locale Contea di Washington sta indagando, ma intanto bisogna ancora stabilire a chi delegare l’affidamento del cane ferito. Alcuni attivisti dell’associazione animalista che inizialmente hanno preso in cura l’animaletto lo hanno chiamato Sugar.

Cane ferito, gli episodi di violenza sono tanti

La stessa PETA ha messo in palio una ricompensa fino a ben cinquemila dollari per chiunque saprà fornire indicazioni ed informazioni utili volte a rintracciare e fermare il mostro od i mostri che hanno inferto così tanto dolore a Sugar. Per i colpevoli sono già pronte le accuse di maltrattamento ed abbandono di animali, reati aggravati dal fatto di aver agito con crudeltà. Sugar già è scampato per pochissimo alla morte, dopo aver rischiato molto a causa delle infezioni contratte, della disidratazione e della fame, visto che non riusciva in alcun modo a nutrirsi da sola.

Sorprendono davvero la quantità e la frequenza con le quali tanti animali restano vittime della violenza, della crudeltà ed anche dell’idiozia umana. Praticamente ogni giorno arrivano notizie di cuccioli e cani – ma non solo – sottoposto ai peggiori casi di maltrattamenti. Gli epiloghi sovente sono tragici, e chi infligge tanto dolore può essere tanto un adulto quanto un minorenne, come nel caso del cane ucciso da una adolescente. Ma è solo l’ultimo caso abominevole, purtroppo.

A.P.