Home News Cane salvato: “Picchiato o investito e gettato da un ponte, è vivo...

Cane salvato: “Picchiato o investito e gettato da un ponte, è vivo per miracolo” – FOTO

CONDIVIDI
cane salvato
Il cane salvato dopo un volo da un ponte

Pestato o buttato sotto da un’auto e poi gettato da un ponte, come se non bastasse. È quanto successo ad un cane salvato da alcuni volontari di un canile.

Prosegue l’escalation di violenza contro dei poveri animali indifesi. Ed anche oggi giunge notizia dell’ennesimo cane maltrattato in seguito ad una messa in pratica di atti barbari e violenti nei suoi confronti. Il tutto è accaduto nel territorio di Alghero, in Sardegna. I volontari di un canile del posto hanno fatto sapere attraverso Facebook di aver ritrovato il corpo di uno sfortunato quattrozampe. Qualcuno lo aveva gettato da un ponte dopo averlo pesantemente picchiato. Oppure si crede che il cane maltrattato in questo modo possa essere anche stato investito. Fatto sta che poi qualcuno evidentemente sprovvisto di sensibilità e di pietà lo ha preso per scagliarlo di sotto e farlo sparire. L’animale però è riuscito a sopravvivere. “Quando non c’é un limite…questo terribile evento è successo oggi (ieri, ndr), in pieno giorno.  Il cane maltrattato è stato o picchiato o investito..ma probabilmente non bastava un gesto tanto schifoso, allora per finire lo hanno lanciato da un ponte”.

Con queste parole dure i volontari del canile fanno sapere quanto successo. Gli stessi poi aggiungono: “Noi non abbiamo parole, il cane è vivo per miracolo. È stato soccorso e ricoverato immediatamente. Nelle prossime ore sapremo meglio le sue condizioni. Per il momento ringraziamo di cuore la compagnia barracellare di Alghero per l’immediato impegno, la Asl veterinaria di Sassari e il Taxi Dog per il soccorso!”. Il messaggio si conclude con una richiesta specifica. “Chiediamo però a chiunque avesse visto qualcosa di avvisare noi o la compagnia barracellare di Alghero. Perché un gesto simile non può passare nel dimenticatoio e chi lo ha commesso deve pagare”.

Cane salvato, “Vivo per miracolo”. Ma altri non sono fortunati

Con cadenza pressoché quotidiana arrivano notizie ed aggiornamenti relativi ad episodi dal triste epilogo. Tra cani ed animali in generale brutalmente picchiati per i più disparati motivi, e molto spesso anche uccisi, ci si rende conto di una cosa. Ovvero che tanta gente considera l’esistenza di questi esseri come inferiore. Cani ed altri animali non sono dotati, secondo loro, di importanza e del diritto di vivere. E così si finisce anche con l’ammazzarli senza cuore, facendo scempio dei loro resti. È esattamente quanto avvenuto su di una spiaggia di Quartu Sant’Elena, sempre in Sardegna. Gli sfortunati protagonisti di questa vicenda sono stati dei poveri cuccioli.

A.P.