Home News La storia di Frederick, il cane incastrato salvato con un gelato

La storia di Frederick, il cane incastrato salvato con un gelato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16
CONDIVIDI

Frederick è un rottweiler rimasto bloccato tra una parete di cemento e una recinzione. I soccorritori hanno salvato il cane con un gelato

cane salvato gelato
Frederick, il rottweiler salvato con un gelato (Foto Facebook)

Si era incastrato tra una parete di cemento e una recinzione, ma il cane è stato salvato grazie a un gelato. È la storia di Frederick, cucciolo di rottweiler di Denver, Stati Uniti. Non si sa come il cane si sia infilato in quella fessura, ma è certo che Frederick si dimenava senza riuscire a liberarsi.

Una storia che sarebbe potuta finire male senza l’intervento di un passante che si è accorto della difficile situazione dell’animale. L’uomo ha chiamato i soccorritori, gli uomini del Denver Jenna Humphreys & Daniel Ettinger. I volontari sono arrivati in pochi minuti e hanno iniziato ad aiutare il rottweiler.

Come salvare il cane Frederick? Con un bel gelato!

Rottweiler cane salvato con gelato
Frederick mentre mangia il suo gelato (Foto Facebook)

Frederick era immobile e terrorizzato. Ci abbiamo impiegato molto per riuscire a conquistare la sua fiducia“, hanno raccontato i volontari. La collaborazione dell’animale, infatti, era essenziale: per poterlo sollevare, era necessario che Frederick si lasciasse avvicinare.

I cani sono golosi o sbaglio? Così gli abbiamo comprato un bel gelato“, dice un soccorritore. E, in effetti, l’idea del cono ha funzionato: il cane si è avvicinato e ha permesso agli uomini del Denver Jenna Humphreys & Daniel Ettinger di sollevarlo. Dunque si può dire che il cane è stato salvato con un gelato.

Una storia che ricorda, per certi versi, quella del labrador di Ostuni, la cui coda si era incastrata nell’ascensore e salvato dai Vigili del fuoco.

Frederick oggi vive in un rifugio, ma aspetta una famiglia

Rottweiler cane salvato con gelato
Frederick dopo il suo salvataggio (Foto Facebook)

Una volta portato in salvo, Frederick è stato ospitato dal rifugio per animali gestito dalla Denver Jenna Humphreys & Daniel Ettinger. Dopo averlo recuperato dalla fessura, si è scoperto che l’animale non aveva il microchip di riconoscimento. “Strano visto che è un rottweiler”, hanno affermato i volontari. Tant’è vero che nessuna famiglia lo ha mai reclamato.

Il cane rimarrà con i suoi salvatori ancora per qualche settimana. Ma è chiaro che non potrà farlo in eterno: se nessuno si presenterà come il proprietario, Frederick verrà messo in adozione. Insomma, a breve il cucciolo che adora il gelato potrebbe aver bisogno di una nuova famiglia. Qualcuno che sia preparato ad amarlo: in fondo l’adozione è un atto d’amore che deve essere fatto consapevolmente.

Ti potrebbe interessare anche: Adottare un Rottweiler: ci sono degli importanti pro e alcuni contro

Matteo Simeone