Home News Comprare un cane per paura del lockdown? “Non è amore”

Comprare un cane per paura del lockdown? “Non è amore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:16
CONDIVIDI

Lo sfogo di un’allevatrice: “vogliono comprare un cane per paura del lockdown”. Ma per lei non è amore, solo egoismo

Allevamento cani Lockdown, non è amore comprarli prima
Una veterinaria in un allevamento di cani (Foto Pixabay)

Comprare i cani per paura di un nuovo lockdown? Non è amore per il proprio animale, ma un gesto di puro egoismo. Questa la denuncia di un’allevatrice di Monsummano, in provincia di Pistoia. I.C., ha 39 anni e si dice preoccupata del fatto che la sua attività stia ricevendo 30 o 40 telefonate al giorno.

Una cosa mai vista secondo la donna, che è in attività da dieci anni. Il dubbio sorge spontaneo: forse, viste le ultime restrizioni dovute al Covid e il rischio lockdown, molti vogliono prendere un cane per poter uscire di casa.

La motivazione sta nella paura: quella di un nuovo lockdown, di non poter uscire, di restare soli, la presenza di un cucciolo per alleviare la solitudine momentanea“, spiega l’allevatrice. Tutte motivazioni che non hanno nulla a che vedere con l’amore per gli animali.

Paura lockdown: “Richieste di adozione di un cane da Italia e Francia”

cocker cani lockdown
Cocker (Foto Pixabay)

L’allevamento di I.C. si occupa in particolare di Cocker: “È la mia passione fin da quando ero una bambina“, racconta dalla pagina Facebook del suo allevamento. Dove precisa che le telefonate arrivano da tutta Italia e anche dalla Francia, sia da cittadini, sia da presunti allevatori.

La paura è che, dopo quanto visto la scorsa primavera, l’adozione di un cane sia vista solo come una scusa per poter uscire di casa in caso di lockdown. Come spiegato in un nostro articolo, invece, adottare un cane è un atto d’amore e di responsabilità. Ma in molti sembrano non saperlo, viste le sempre maggiori richieste di adozione che si trovano sui social secondo Irene.

Queste richieste, girate magari a persone sbagliate, stanno facendo incrementare il mercato nero che riguarda soprattutto i cuccioli dell’Est Europa“, afferma l’allevatrice. Che si dice delusa, schifata e amareggiata per ciò che sta succedendo in questi giorni. “Non mi stupirei di vedere fra poco cuccioli in vendita su Amazon al miglior offerente“.

In effetti, ci possono essere tante ragioni per adottare un cucciolo. Ma non certo il fatto di sentirsi soli, o, peggio ancora, per poter uscire di casa durante il lockdown.

Ti potrebbe interessare: Perché adottare un cane dal canile? I motivi principali

Matteo Simeone