Home News Cane maltrattato, qualcuno lo ha legato ad un blocco di cemento accanto...

Cane maltrattato, qualcuno lo ha legato ad un blocco di cemento accanto al fiume – FOTO

CONDIVIDI
cane maltrattato
Il cane maltrattato con crudeltà estrema: era stato legato ad un blocco di cemento sui bordi di un fiume

Un cane maltrattato con estrema violenza: è stato legato ad un pesantissimo blocco di cemento e lasciato accanto ad un fiume. L’hanno ritrovato in condizioni pietose.

Purtroppo anche quest’oggi ci ritroviamo a parlare di una notizia davvero brutta. Un avvenimento che riguarda un cane maltrattato ed abbandonato. In circostanze che davvero più crudeli ed insensibili non è possibile immaginare. La storia arriva dall’Illinois, nella parte centro-orientale a nord negli Stati Uniti. Qui una persona, Chad Kluke, ha parlato su Facebook di quanto gli è capitato di vivere. L’uomo ha scritto di aver visto per caso sui bordi di un fiume un cane legato ad un pesante blocco di cemento. Il fiume è il Picanoc. L’uomo ha scritto quanto segue.

“A quel buco di c*** che ha lasciato questo cane a morire sul fiume…ho trovato questo cane legato ad un blocco di cemento lungo il fiume Picanoc a 10 km da Otter Lake.. con solo 2 metri di distanza dal bordo. Se qualcuno sa chi è questo cane o a chi appartenga…non lasciate che torni indietro. Povero cane, le mosche lo stavano mangiando vivo e le sue zampe stavano sanguinando per colpa delle rocce pungenti. Ha cercato di liberarsi e di fuggire. Per favore, condividete questo messaggio. E troviamo chi ha fatto questo. Il cane è al sicuro ora”.

Cane maltrattato, succede sempre ed ovunque

Praticamente ogni giorno leggiamo di un cane maltrattato, e nei modi più disparati e terribili. In tutto il mondo c’è gente priva di cuore e di sensibilità, che non tengono affatto in considerazione il fatto che siano coinvolti dei poveri esseri indifesi. Esseri la cui vita è importante come quella di una persona. Anche da noi avvengono con cadenza decisamente spaventosa degli episodi terribili. L’ultimo si è svolto in un paesino in provincia di Rovigo. Qui Camillo, un quattrozampe dal tenero volto e dall’indole amichevole, soprattutto con i bambini, è stato barbaramente ucciso da qualcuno. La cui identità resta ignota. Il maniaco – od i maniaci – ha attirato il povero cane con del cibo avvelenato, facendo si che morisse tra dolori lancinanti.