Home News Abbandonato perché disabile: il cane Mario ora cerca famiglia – VIDEO

Abbandonato perché disabile: il cane Mario ora cerca famiglia – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:26
CONDIVIDI

Alcune volte siamo costretti ad osservare e leggere delle storie davvero crude: come quella di Mario, il cane disabile che ora cerca famiglia, in cerca di una vita più dignitosa.

cane mario disabile
Il cane Mario, abbandonato fin da piccolo (Fonte Facebook)

Quanti perché esistono nella vita di tutti i giorni? Tanti, forse immensi, perché, che si attanagliano intorno alla nostra anima e al nostro corpo. Ci domandiamo perché accadono certe cose o perché si succedono eventi terribili, che non sempre sono di calamità naturale.

Alcuni eventi tragici si succedono anche nel mondo animale. E molto spesso, purtroppo, la “collaborazione” dell’uomo a farli accadere è quella che viene messa in atto. Un atto miserabile è quello dell’abbandono. Un aspetto della società, marcio, che viene combattuto attraverso la legge e la parola, o se volete lo scritto di chi deve avere il coraggio e la voglia di alzare la voce.

Ad alzare la voce, oggi, lo si fa per Mario: un cane, disabile fin dalla nascita, abbandonato a se stesso perché, appunto, disabile. Una storia di una crudeltà e mancanza di umanità a dir poco spaventosa, ma che può essere risolta attraverso l’adozione. Proprio così: Mario ha iniziato un percorso di riabilitazione e ora cerca una nuova casa e una famiglia pronto ad accoglierlo per quello che è: una forza della natura.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO: Deve attraversare la strada di notte: cane disabile aiutato da due mici – VIDEO

Il cane Mario in cerca di una nuova famiglia: ogni giorno combatte per migliorare la sua vita

cane mario disabile
Il cane Mario disteso sul prato (Fonte Facebook)

Abbandonato solamente quando aveva 30 giorni di vita. Un gesto davvero spregevole che, come si può ben intuire, si commenta da solo. Mario aveva e ha tuttora, anche se la combatte giornalmente, la displasia alle anche posteriori. Fin dalla nascita. Tutto questo non gli ha permesso, da subito, un giusto andamento del corpo e della camminata stessa.

Col tempo, però, questo cucciolo si è scoperto essere una fonte d’energia inesauribile, con una voglia di vivere dentro fuori dal normale. A prendersi cura di lui sono state le volontarie e i volontari del “Rifugio di Rosa”, una onlus che opera nella zona industriale in quel di Bari, a cui il cucciolo è andato in affidamento.

Dal suo abbandono sono già passati due mesi e ora, più che mai, Mario cerca una nuova casa e una famiglia pronto ad accogliere e che gli sappia dare quell’amore da sempre desiderato e ancora poco avuto. Mario cresce a vista d’occhio e ogni giorno compie degli esercizi per apportare delle modifiche alla sua vita, partita in salita, ma che adesso si sta rivelando un gran vivere, pe davvero.

Per chiunque volesse avere maggiori informazioni in relazione alla sua adozione può rivolgersi ai seguenti numeri: 349.6335749347.3355954. O Andare sulla pagina Facebook: IostoconMario.

Davide Garritano