Home News Cane orribilmente trascurato e moribondo: tentano di salvarlo

Cane orribilmente trascurato e moribondo: tentano di salvarlo

CONDIVIDI
cane
(Facebook)

Ritrovano un cane orribilmente trascurato e moribondo, con una grossa catena al collo: tentano di salvarlo, ma è troppo tardi.

Quando i volontari hanno visto un cane orribilmente trascurato e moribondo trasportato nel Chicago Animal Care and Control dalla sua proprietaria, si sono precipitati per aiutarlo. Il povero animale era quasi privo di vita, in una cesta. Gli occhi gli roteavano in testa e un’enorme catena di ferro arrugginita gli si chiudeva attorno al collo.

Leggi anche –> Cane abbandonato, trovato quasi senza vita: arrestato il proprietario

La corsa contro il tempo per salvare il cane e il tragico epilogo

Lunedì sera, Fetching Tails Foundation ha raccontato il momento in cui i suoi volontari si sono avvicinati alla donna che portava il paniere. Il racconto dell’accaduto sulla pagina Facebook. Scrivono: “Non eravamo sicuri di cosa ci fosse dentro e così l’abbiamo fermata per chiederglielo. Abbiamo poi visto un cane che era in una condizione orribile. I suoi occhi roteavano verso la parte posteriore della sua testa, era pelle e ossa e fradicio”. I volontari parlano di “uno dei casi di crudeltà più estremi che abbiamo mai visto”. Il cane, di nome Hannibal (cambiato da volontari a Chance) fu portato di corsa da un veterinario.

Il gruppo di salvataggio ha scritto: “Abbiamo dato un’occhiata a lui e sapevamo che dovevamo agire in fretta e portarlo dal veterinario dell’emergenza. Ma prima dovevamo usare i tagliabulloni per rimuovere quella catena perché non c’era modo che si sentisse libero con quella al collo”. I volontari Jaci e Nichole salirono in macchina e lo condussero al Premier Veterinary Group di Chicago e parlarono con lui e si sedettero accanto a lui confortandolo. Il veterinario provò tutto per salvare il caso, ma l’abbandono a lungo termine era stato fatale. Il cane è infatti morto poco dopo: “Il veterinario ha provato tutto, ma ha avuto più crisi epilettiche e la sua glicemia, il sodio e la pressione sanguigna erano tutti fuori dalla norma”, spiegano i volontari. Il cane aveva sofferto molto e aveva due anni di vita. L’invito è a denunciare questi episodi, se si è testimoni oculari. Se vedi un animale che viene abusato o trascurato, ti preghiamo di chiedere aiuto. La proprietaria del cane è ora nei guai.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI